<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

Viaggi e sostenibilità, le previsioni per il 2022

img nonosolo

Una recente analisi ha rilevato i trend di viaggio previsti per il 2022, analizzando in particolar modo come le propensioni e gli atteggiamenti dei viaggiatori sono cambiati rispetto al periodo pre-pandemia. Il 74% degli intervistati rivela una crescente attenzione nei confronti dell'ambiente, dichiarando di essere pronto a compiere scelte mirate a limitare il proprio impatto.

Tornare a viaggiare. Sì, ma in modo sostenibile. Una nuova analisi dell'EY Future Travel Behaviours ha rilevato i trend legati ai viaggi di piacere e di lavoro nel panorama nazionale e internazionale, attraverso l'esame di un campione di oltre mille persone. Ne risulta che, dopo le battute di arresto a più riprese imposte dalla pandemia e dai suoi divieti, i comportamenti e le attitudini dei viaggiatori si sono modificati, influendo sulle loro scelte. Che, per il 74% di loro, diventano più consapevoli ed eco-friendly.

Viaggi in aumento

Secondo i dati dell'osservatorio, nel 2021 oltre l'80% degli italiani è tornato a viaggiare per vacanza, contro il 70% del 2020. Gli intenti dichiarati per il 2022 ricalcano tale trend: secondo quanto rivelato, oltre il 60% tornerà alle stesse abitudini di viaggio pre - pandemia e in alcuni casi- 1 su 4- il numero di viaggi aumenterà.

Vuoi conoscere i più recenti progetti corporate di mobilità sostenibile rivolti  ai dipendenti? Scarica l'ebook gratuito!

Dove si viaggerà nel 2022

Nel 2022, l’Italia risulta la meta preferita per le vacanze dalla maggior parte delle persone (67%). Tuttavia, in coerenza con l’allentamento delle restrizioni e il miglioramento della situazione sanitaria, il 33% del campione intende viaggiare anche all’estero (13% solo all’estero e 20% entrambi). Nel 2022, motore e scopo dei viaggi saranno la ricerca del relax (65%), il desiderio di scoprire luoghi e culture differenti (61%), la volontà di stare insieme a familiari e amici (46%). Una piccola, ma significativa percentuale (6%) conferma una nuova tendenza introdotta dalle necessità attestatesi durante la pandemia e prevede di compiere viaggi di workation, lavorando da remoto nei luoghi di villeggiatura.

Cresce l'attenzione verso i temi ambientali

La survey evidenzia, fra gli intervistati, una spiccata propensione verso i viaggi sostenibili: il 74% delle persone afferma di aver compiuto determinate scelte, mossi da una crescente preoccupazione nei confronti dei temi ambientali. In tale direzione, si registra un'elevata attenzione dei viaggiatori alle iniziative di riduzione dell'impatto ambientale dei viaggi in aereo, mentre oltre la metà del campione valuta come rilevante optare per carburanti green. Si evidenzia, inoltre, la disponibilità da parte dei due terzi degli intervistati a pagare un sovrapprezzo per assicurare la compensazione delle emissioni di CO2 dei propri viaggi di breve e lungo raggio. Ma non è tutto: l'indagine sulle attitudini, effettuata con test impliciti, evidenzia una netta tendenza verso l'adozione di comportamenti eco-friendly. Il 75% degli intervistati dice di avere un atteggiamento ansioso verso i problemi ambientali, contro il 67% della precedente analisi, mentre dalle risposte esplicite emerge che il 46% considera importante o molto importante l’impatto sull’ambiente delle proprie scelte.

Scarica l’ebook gratuito:  Mobilità sostenibile, opportunità e vantaggi per le aziende

Tags: Turismo, Sostenibilità