<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

#SustainableTalks: Trentingrana

sustainable talks trentingrana

Nei #SustainableTalks di oggi parleremo di rispetto per la natura con Stefano Albasini di Trentingrana Consorzio dei caseifici sociali trentini.

Da dove nasce la necessità della vostra azienda di intraprendere un percorso di sostenibilità economica, ambientale e sociale? 

Tutte le attività produttive di Trentingrana – Gruppo Formaggi del Trentino sono integrate in un’ottica di responsabilità economica, ambientale e sociale. Dalla riduzione di emissioni CO2, tramite le installazioni fotovoltaiche e l’impianto di cogenerazione, al recupero e alla valorizzazione di prodotti derivanti dalla lavorazione del formaggio, grazie agli impianti consortili per la produzione di burro e siero in polvere, gli obiettivi di sostenibilità trovano realizzazione sia nell’ambito della produzione che attraverso la tutela del benessere animale, con disciplinari e controlli mirati, del proprio territorio e di chi lo abita. Il rispetto è al centro della filosofia condivisa da tutti gli allevatori e caseifici aderenti al Consorzio, a cominciare dal rispetto per il territorio: il Trentino, una ricca terra montuosa incastonata tra le Dolomiti e il Lago di Garda che a livello naturalistico e paesaggistico costituisce un ambiente di impareggiabile valore. Solo qui, infatti, è possibile trovare le condizioni indispensabili per la produzione dei prodotti Trentingrana. Il Consorzio ne è consapevole e si impegna ogni giorno per difendere il paesaggio alpino e tutelare gli allevatori che se ne prendono cura. La sua mission consiste non solo nel produrre formaggi di altissima qualità, ma anche nel restituire alla montagna tutto il “buono” che essa dona ai propri abitanti. Per farlo, Trentingrana privilegia sistemi di energia pulita e una filiera sostenibile. Oltre alle iniziative e agli investimenti specifici, infatti, il Consorzio riveste un ruolo fondamentale per il mantenimento della tradizione casearia locale, nonché dell’economia delle comunità montane che attorno ad essa ruotano, contrastando lo spopolamento e valorizzando tutte quelle piccole realtà che rendono grande Trentingrana.

Vuoi scoprire di più sulle imprese e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile?  Scarica gratuitamente l'abstract del nostro eBook!

L’adozione di questo percorso che effetti ha generato in termini di comunicazione interna ed esterna?

Di recente abbiamo lanciato il nuovo posizionamento del Brand Trentingrana – Gruppo Formaggi del Trentino, che ha per protagonisti gli allevatori soci, i “ribelli per natura”. Il concept di campagna – “Ribelli per natura” – mette al centro il tema del rispetto per la natura, il tempo e le persone, per spiegare che è l’impegno l’ingrediente unico e distintivo che dà sapore al Trentingrana, ai Formaggi Tradizionali e al Burro Trentino: senza conservanti, senza OGM, senza additivi, con solo orgoglio e latte di montagna. Lo spot vede per protagonisti gli allevatori soci che sono fieri di sé stessi e del proprio lavoro, come combattenti, perché è una quotidianità fatta di impegno e di fatica. Il territorio viene mostrato nella sua bellezza e nella sua asprezza. E per i produttori non ci sono scorciatoie, c’è una sola regola: il rispetto per la natura e i suoi ritmi e per il territorio forte e maestoso, come è il Trentino. Un filmato che parla di persone e dà valore alla fatica, che diviene l’elemento chiave per raggiugere un risultato, per superare una sfida e per saper fare le cose nel solo modo che i trentini conoscono, quello che ha come obiettivo l’eccellenza. Il nuovo spot si inserisce in un più ampio progetto di comunicazione integrata che ha visto lo studio del posizionamento del brand, per approdare al nuovo payoff "latte, sale, caglio e rispetto" e alla realizzazione del sito web Formaggideltrentino.it

 

Come misurate oggi i vostri risultati in termini di sostenibilità? Disponete di un sistema di reportistica interno? Vi affidate a consulenti esterni?

Abbiamo due figure preposte al nostro interno, l’ICT Manager e il Responsabile di stabilimento, che hanno il compito di misurare la riduzione di emissioni CO2, tramite le installazioni fotovoltaiche e vigilare sull’impianto di cogenerazione situato presso la sede di Trento.

 

Con stretto riferimento al settore merceologico in cui opera l’azienda, la sostenibilità viene identificata come driver di crescita o competizione?

La sostenibilità è ovviamente un driver di crescita. È da evidenziare che il nostro target di riferimento, oltre alla base di consumatori consolidati, oggi è rappresentato anche da un pubblico più giovane e soprattutto più attento nei confronti di un’azienda sostenibile e rispettosa del territorio e della filiera proprio come Trentingrana – Gruppo Formaggi del Trentino.

 

In che misura l’aderire e l’adottare un protocollo di sostenibilità in questo periodo potrà permettere alle imprese di proiettarsi meglio verso la ripresa post Covid-19?

Sicuramente la pandemia Covid-19 ci ha insegnato che siamo parte di un sistema articolato e allo stesso tempo fragile, che richiede a ciascuno di noi di agire con responsabilità e consapevolezza. Questo concetto, a maggior ragione, vale anche per le imprese: scegliere di essere sostenibili significa mettere in moto un circolo virtuoso, dove la sostenibilità diventa parte integrante della missione aziendale, un impegno duraturo di responsabilità verso i soci, il territorio, l’ambiente e la collettività tutta per disegnare un futuro migliore.

Scarica l'ebook gratuito: Come rendicontare la sostenibilità d'impresa!

Tags: Rubriche, SustainableTalks