<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

#SustainableTalks: Raben SITTAM

Sustainabletalks sittam

Nei #SustainableTalks di oggi parleremo del settore dei trasporti e della logistica con Rolando Bargigia di Raben SITTAM.

Da dove nasce la necessità della vostra azienda di intraprendere un percorso di sostenibilità economica, ambientale e sociale?
Come operatore leader del settore dei trasporti e della logistica siamo consapevoli che le attività del nostro settore possono avere un forte impatto sull’ambiente. Affrontare i cambiamenti climatici e agire per proteggere l'ambiente richiede azioni molto specifiche che abbiano un impatto reale, ma il tempo per la loro attuazione si sta riducendo drasticamente; diventa, quindi, importante formulare obiettivi climatici e ambientali sulla base di dati scientifici e in conformità con lo stato attuale delle conoscenze. Quando in Raben SITTAM e, a livello più ampio in Raben Group, abbiamo iniziato a pianificare le nostre azioni e a formulare i nostri obiettivi, abbiamo anche condotto un'analisi approfondita del nostro impatto, stimando non solo il livello delle emissioni dirette, ma anche quello delle emissioni lungo l'intera catena produttiva. Il passo successivo è stato quello di comunicare - a fine di verifica - i nostri impegni climatici e gli obiettivi per la riduzione delle emissioni nell'ambito dell'iniziativa globale Science Based Target. L'accettazione dei nostri impegni, attualmente in attesa, dovrebbe confermare il loro livello e la loro conformità agli obiettivi degli Accordi di Parigi.

Vuoi partecipare anche tu alla nostra rubrica #SustainableTalks? Clicca qui per  scoprire come!!

L’adozione di questo percorso che effetti ha generato in termini di comunicazione interna ed esterna?
Anche per un'azienda come la nostra, che ha lo sviluppo sostenibile nel proprio DNA e svolge da anni attività di CSR, l'implementazione degli indicatori ESG richiede un lavoro sistematico e l'impegno di tutta l'organizzazione. Per sottolineare l'importanza dei temi ESG, Raben Group ha sviluppato una strategia di sostenibilità per il periodo 2021-2025, che si basa su tre pilastri - Protezione ambientale (E), Impatto sociale (S) e Organizzazione responsabile (G) – oltre che comprendere anche alcuni obiettivi specifici la cui attuazione viene monitorata e presentata in un Sustainability Report annuale accessibile a tutti. L’intero processo strategico, dalla creazione all’attuazione, è supervisionato da un Comitato di Sostenibilità presieduto dal CEO di Raben Group, Ewald Raben, a garanzia del fatto che lo sviluppo sostenibile è un elemento integrante delle attività del Gruppo e ha per noi la massima priorità.
Per Raben Group, l'attuazione della strategia ESG porta anche benefici finanziari tangibili: l'anno scorso, per esempio, il Gruppo ha ricevuto un importante prestito, il Sustainability Linked Loan (SLL), per un importo di 225 milioni di euro, il cui margine dipende dal rispetto delle condizioni determinate da cinque KPI ESG. Siamo consapevoli che l'industria logistica esercita una forte pressione sull’ambiente; pertanto, poniamo grande enfasi sulla lotta al cambiamento climatico e sulla riduzione delle emissioni delle nostre attività. Inoltre, non perdiamo di vista l'aspetto sociale: in quest'area siamo principalmente responsabili per tutti i dipendenti di Raben Group, oltre a coinvolgerli direttamente in attività che possano portare un beneficio tangibile alla società. Ne sono esempi il tour Eco2Way lanciato in occasione del 90°anniversario del Gruppo, così come il più recente progetto Drive to Bee per la salvaguardia e tutela delle api, ma anche iniziative e partnership locali, come quella portata avanti da Raben SITTAM in collaborazione con Banco Alimentare con il duplice obiettivo di far del bene mentre si riducono gli sprechi alimentari.
Si tratta di temi importanti anche per i nostri partner - clienti e fornitori. E con ogni ordine ricevuto, ogni chilometro percorso e ogni spedizione consegnata vogliamo essere sempre migliori nel mercato competitivo, più efficaci nel trasporto e nello stoccaggio, ma anche ancora più attivi nell'area ESG e trasparenti. Per questo motivo, per soddisfare le aspettative dei nostri stakeholder, non solo miglioriamo continuamente tutti i processi aziendali, ma facciamo anche divulgazione volontaria in ambito ESG. Il nostro valore e le nostre azioni sono testimoniati dal premio d'argento recentemente ricevuto nella classifica EcoVadis 2022, di cui siamo estremamente orgogliosi.

 

Come misurate oggi i vostri risultati in termini di sostenibilità? Disponete di un sistema di reportistica interno? Vi affidate a consulenti esterni?
A nostro avviso, la chiave per una comunicazione efficace, e soprattutto credibile con l'ambiente, è la trasparenza e l'apertura della comunicazione. Per questo motivo, sia i nostri obiettivi che i progressi compiuti nel raggiungerli vengono regolarmente aggiornati e poi resi noti in rapporti di sostenibilità verificati da un ente esterno.

 

Con stretto riferimento al settore merceologico in cui opera l’azienda, la sostenibilità viene identificata come driver di crescita o competizione?

In quanto azienda lungimirante, con la Sustainability Strategy 2021-2025 abbiamo deciso di adottare una strategia a lungo termine che si concentrasse sulla sostenibilità. La mitigazione dell'impatto negativo sull'ambiente, le relazioni interne, gli acquisti responsabili e la collaborazione continua con tutti i nostri principali stakeholder sono per noi importanti tanto quanto i risultati finanziari o l'espansione in nuovi mercati. Vogliamo che ogni chilometro percorso dai nostri camion ci avvicini a un futuro migliore e più pulito. La nostra strategia si basa su 3 pilastri e 9 aree strategiche, all'interno delle quali abbiamo fissato obiettivi e indicatori strategici per affrontare in modo completo le sfide globali definite dagli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite. Il nostro obiettivo è quello di impegnarci in soluzioni sostenibili, essere un trendsetter e un leader nel settore dei trasporti e della logistica. Vogliamo che ciascuno dei nostri marchi sia riconosciuto da dipendenti, clienti e comunità locali come un marchio socialmente impegnato. Vogliamo agire nel rispetto dell'ambiente in tutte le aree della nostra attività. Siamo estremamente orgogliosi di aver ricevuto il premio d'argento nella valutazione EcoVadis 2022! Siamo, infatti, tra il 25% delle aziende al mondo che meglio integrano i fattori non finanziari (ESG) nelle loro strategie e operazioni. Siamo lieti di aver migliorato la valutazione in ogni dimensione: ambiente, luogo di lavoro e diritti umani, etica e catena di fornitura responsabile.

In che misura l’aderire e l’adottare un protocollo di sostenibilità in questo periodo potrà permettere alle imprese di proiettarsi meglio verso la ripresa post Covid-19?

Il ruolo di un operatore logistico è quello di soddisfare le aspettative del mercato, indipendentemente dalle difficoltà. Siamo convinti che grazie alla continua ottimizzazione dei processi attraverso l'utilizzo di strumenti di lean management, alla creazione di un ambiente di lavoro coinvolgente, a una strategia aziendale ben ponderata, di cui la strategia di sviluppo sostenibile è parte integrante, e alla preparazione a una potenziale crisi (con piani di continuità aziendale e procedure di crisi) possiamo affrontare efficacemente le sfide attuali e future. Queste azioni non possono essere eseguite ad hoc: solo un approccio strategico garantisce il successo, ovvero la soddisfazione anche dei clienti più esigenti. Le azioni congiunte alla ricerca dell'ottimizzazione dei costi, dei processi e delle risorse sono ormai una necessità e aiuteranno tutti i partecipanti alla catena di fornitura a raggiungere i propri obiettivi aziendali in un mercato altamente competitivo, soprattutto di fronte alle sfide attuali.

New call-to-action

Tags: Rubriche, SustainableTalks