<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

#SustainableTalks: Davide Tassi di ENAV s.p.a.

sustainabletalks-enav-davidetassi-1

Da quasi due mesi Covid-19 domina le nostre giornate in termini di destabilizzazione e necessità di riprogrammazione oltre alla difficoltà nel prevedere quando si tornerà alla normalità e come.

In momenti come questo dove la maggior parte dei messaggi combinano drammaticità e speranza al tempo stesso, come editori e redattori il nostro obiettivo è “buttare il cuore al di la dell’ostacolo” consapevoli che il futuro sarà caratterizzato da una sempre maggiore attenzione alla sostenibilità nella sua accezione più ampia.

Per questo motivo abbiamo integrato nel nostro piano editoriale delle interviste, #SustainableTalks - condotte ad esperti di settore e referenti aziendali - con l'obiettivo di scoprire e comprendere quali siano le esigenze attuali in tema di sostenibilità, come vengano soddisfatte e come vengano rendicontate, certi che un’esperienza condivisa possa favorire una ripartenza efficace ed efficiente.

 Maria Grazia Persico

Abbiamo iniziato intervistando Davide Tassi, Communication and Investor Relations Responsabile Corporate Social Responsibility di ENAV s.p.a., Gruppo internazionale che, oltre ad assicurare tutti i servizi alla navigazione aerea, garantisce l’installazione, la manutenzione e il monitoraggio costante di tutti i sistemi hardware e software del settore.

Da dove nasce la necessità per l’impresa in cui lavora di intraprendere un percorso di sostenibilità economica, ambientale e sociale?
Il percorso di ENAV nella sostenibilità prende formalmente avvio a seguito del Dgls 254/2016 ma ben presto ci siamo resi conto che misurare le performance aziendali in termini di sostenibilità non era soltanto un obbligo normativo ma un dovere nei confronti della collettività e delle future generazioni oltre che un'opportunità per l'azienda. Pur essendo ENAV, infatti, un'azienda che opera in condizioni di monopolio, i nostri clienti, le Compagnie aeree, sono sempre più impegnate nel ridurre i propri impatti ambientali e il lavoro che può svolgere ENAV per aiutarle a ridurre le emissioni di CO2 è estremamente importante. La Società, infatti, è responsabile, tra le altre cose, del disegno delle rotte ed è stata il primo ANSP  (service provider) europeo a sviluppare il Free Route: un rivoluzionario progetto che ha reso possibile per tutti i velivoli in sorvolo, a una quota superiore ai 9.000 metri, di attraversare i cieli italiani con un percorso diretto senza far più riferimento a un preciso network di rotte e che ha generato, solo nel 2019, un risparmio di 53 milioni di kg di carburante con minori emissioni di CO2 per 167 milioni di kg.

Inoltre ENAV è il primo Service Provider al mondo ad essersi quotato in borsa ed è oggi piuttosto evidente quanto ciò che sta facendo l'azienda in termini di sostenibilità sia particolarmente apprezzato proprio dai fondi di investimento che, negli ultimi anni, hanno sensibilmente aumentato la loro attenzione nei confronti della sostenibilità.

In due anni, posso dire che ENAV ha saputo sviluppare un percorso nella sostenibilità particolarmente gratificante al punto da arrivare ad avere riconoscimenti importanti come il "Premio per il miglior Bilancio di sostenibilità 2018" dell'Università di Pavia e il Premio Biblioteca Bilancio Sociale.

Vuoi scoprire di più sulle imprese e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile?  Scarica gratuitamente l'abstract del nostro eBook!

 

L’adozione di questo percorso che effetti ha generato in termini di comunicazione interna ed esterna?
La comunicazione interna ed esterna sono driver fondamentali nel percorso di sostenibilità. Attraverso la comunicazione interna (intranet, house organ aziendale, newseletter), infatti, abbiamo lavorato per sviluppare un vero e proprio cambiamento culturale finalizzato a sviluppare la sensibilità verso le tematiche ESG in tutte le persone dell'azienda. Abbiamo anche nominato degli ambassador della sostenibilità che hanno il compito di diffondere questo tipo di cultura e stimolare iniziative che arrivino anche dalla base. Il Sustainability Day annuale rappresenta, poi, un appuntamento fondamentale in questo senso perché coinvolge l’azienda a tutti i livelli su tematiche di sostenibilità. La comunicazione esterna, invece, è fondamentale per dare evidenza ai propri stakeholder di quanto l'azienda si stia impegnando e dei risultati che sta raggiungendo in termini di attenzione all'ambiente, alle persone e alla società. Nel caso di ENAV, alcune iniziative sono risultate particolarmente significative: il logo dedicato, il sito internet sustainability.enav.it, il canale social Linkedin interamente dedicato alla sostenibilità e la produzione di diversi video sviluppati attraverso approcci narrativi diversi.

Come misurate oggi i vostri risultati in termini di sostenibilità. Disponete di una sistema di reportistica interna? Vi affidate a consulenti esterni?
La misurazione dei risultati avviene, nel Bilancio di Sostenibilità, attraverso gli indicatori insiti nel sistema GRI core, lo standard internazionale a cui l'azienda si è adeguata. Per facilitare la reportistica interna, è stato sviluppato un sistema ERP integrato su piattaforma Oracle. Il supporto di consulenti esterni si è reso necessario per l'avvio del percorso.

Con stretto riferimento al settore merceologico in cui opera la Sua impresa, la sostenibilità viene identificato come driver di crescita o competizione?
Nel  settore del traffico aereo, la sostenibilità (in particolare la mitigazione dell'impatto ambientale in termini di riduzione di emissioni di CO2) è divenuta, soprattutto nell'ultimo anno, un fattore competitivo e una fondamentale leva di marketing per le Compagnie aeree. Il fenomeno del flight shame, infatti, ha generato una grande attenzione da parte dei passeggeri alle politiche messe in atto dai vettori in termini di emissioni di CO2. Come già detto precedentemente, ENAV è probabilmente il Service Provider che, in Europa, ha fornito alle Compagnie aeree il maggior contributo in termini di strategie di riduzione delle emissioni.

Parallelamente, ENAV ha avviato un percorso finalizzato a migliorare non solo i propri impatti diretti (con l'obiettivo di arrivare ad essere carbon neutral entro il 2022) ma anche su tutti gli aspetti inerenti la sostenibilità.

Particolarmente degni di nota sono i progetti inerenti la mobilità elettrica, il plastic free, la diversity and inclusion (sia negli organi governo sia nelle politiche inerenti il personale), gli human rights, la conciliazione tra lavoro e vita privata e il green procurement.

In che misura l’aderire e l’adottare un protocollo di sostenibilità in questo periodo potrà permettere alle imprese di proiettarsi meglio verso le ripresa?
Il percorso sviluppato da ENAV nella sostenibilità è sicuramente un elemento che favorirà l'azienda nel periodo post pandemia. La sensibilità sviluppata dalle persone su queste tematiche, infatti, ci consentirà di saper fare tesoro di ciò che il periodo difficilissimo che stiamo vivendo ha comunque messo in evidenza: il senso di appartenenza, la gratitudine verso quei colleghi che, nonostante tutto, hanno continuato a lavorare ogni giorno per garantire la continuità del servizio, l'attenzione dell'azienda verso le persone prima che verso il fatturato. Tutti questi e molti altri ancora, sono elementi che ci renderanno più uniti, più forti e dunque capaci di uscire da questa situazione migliori di prima.

tassi-davideDavide Tassi
Communication and Investor Relations Responsabile Corporate Social Responsibility

Romano, 49 anni, laurea in Economia e Commercio presso la Sapienza di Roma e Master in amministrazione e Finanza presso la Luiss Guido Carli. Dopo otto anni trascorsi a Milano nella consulenza di direzione in Butera & Partners, Davide Tassi rientra a Roma, in Poste Italiane, dove per cinque anni lavora come business development manager della Direzione Strategic Marketing and Business Development. Dal 2009 lavora in ENAV dove ha ricoperto gli incarichi di Responsabile Studi Strategici e Analisi di settore, Responsabile Customer Relationship Management e da gennaio 2017 Head of Corporate Social Responsibility.

 

Scarica l'ebook gratuito: Come rendicontare la sostenibilità d'impresa!
 

Tags: CSR & imprese