<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

#SustainableTalks: Antognolla

#SustainableTalks Antognolla

Nei #SustainableTalks di oggi parleremo di sostenibilità e mercato turistico del lusso con Luca Aiwerioghene, Construcion Manager di Antognolla.

#SustainableTalks è una rubrica che nasce dalla consapevolezza dell’editore e della redazione di come sia necessario metabolizzare i cambiamenti che l’emergenza sanitaria ha comportato in termini di comunicazione,  identificando nella sostenibilità un driver positivo di ripartenza e crescita personale e professionale. La rubrica continuerà anche nel 2021, sotto forma di interviste realizzate ad esperti di settore e referenti aziendali, con l'obiettivo di scoprire e comprendere quali siano le esigenze attuali in tema di sostenibilità, come vengano soddisfatte, e come vengano rendicontate. Certi che un’esperienza condivisa possa favorire una ripartenza efficace ed efficiente. La rubrica realizzata su base settimanale, pubblicata nella giornata del giovedì, si basa sulla realizzazione di interviste condotte dalla redazione in modo autonomo o a fronte di specifiche richieste. Per informazioni scrivete a redazione@nonsoloambiente.it

Maria Grazia Persico

Da dove nasce la necessità della vostra azienda di intraprendere un percorso di sostenibilità economica, ambientale e sociale?

Il team di Antognolla ha prestato una grande attenzione alla scelta di un partner appropriato per la gestione dell’hotel che condivida la stessa vision sulla sostenibilità e la conservazione del patrimonio. La sostenibilità e un approccio consapevole dell’ambiente differenziano Six Senses dagli altri operatori di resort di lusso. Tali iniziative, sono evidenti nella progettazione degli edifici e nelle operazioni dell’hotel, dove viene fatto ogni sforzo per proteggere l’ambiente locale.

 

L’adozione di questo percorso che effetti ha generato in termini di comunicazione interna ed esterna?

La tenuta di Antognolla è uno dei resort più esclusivi della Regione e pone una particolare attenzione alla sostenibilità. Siamo grati alle Autorità locali per il continuo sostegno, per l’interesse per il nostro progetto e i suoi sviluppi, così come per il loro apprezzamento per l’impatto economico e infrastrutturale che eserciterà nella Regione, ponendo l'Umbria sulla mappa turistica d'Italia. La ristrutturazione degli edifici esistenti, in particolare il restauro del Castello e dell'Antico Borgo è un progetto di conservazione storica, gestito con professionalità da Sacaim, il general contractor controllato da Rizzani de Eccher specializzato in restauro conservativo. Una volta completato il ripristino, il Castello di Antognolla mira ad essere il primo e unico edificio del XII secolo in Italia con la certificazione LEED del US Green Building Council, a dimostrazione della leadership in materia di efficienza energetica e tecniche di costruzione ambientale. Inoltre, il team Antognolla, in linea con il suo impegno a preservare il patrimonio italiano, sostiene attivamente la Galleria Nazionale dell'Umbria ed è stato uno dei partner della Mostra presso il Museo Hermitage di San Pietroburgo.

Vuoi scaricare l'ebook #Sustainable EXTRA Talks?? Clicca qui e scopri come!!!

Come misurate oggi i vostri risultati in termini di sostenibilità? Disponete di un sistema di reportistica interno? Vi affidate a consulenti esterni?

Antognolla aprirà le sue porte alla fine del 2023, al momento stiamo realizzando tutte le misure di sostenibilità che saranno effettive dall’apertura al pubblico. Un'attenta considerazione viene data all'efficienza energetica nei sistemi di riscaldamento e raffreddamento, all'involucro dell'edificio, all'illuminazione, ecc. il tutto seguendo gli standard ASHRAE (American Society of Heating and Air-Conditioning Engineers) 1 del 2010 che utilizza simulazioni al computer per garantire, già in fase di progettazione, il minor consumo energetico possibile.

Ecco altri esempi dei lavori che stiamo svolgendo in loco.

  • I misuratori di energia, acqua e qualità dell'aria saranno installati in tutta la proprietà e monitoreranno le prestazioni ambientali
  • Sarà adibito uno spazio Earth Lab per divulgare gli sforzi di conservazione e offrire agli ospiti workshop interattivi e altre attività. Per citarne alcune, la creazione di impacchi di cera d'api per educare alla riduzione del consumo della pellicola di plastica in casa, comunicare gli sforzi specifici della struttura per ridurre a zero l’utilizzo della plastica nel resort;
  • Tutta l'acqua piovana sarà raccolta e trattenuta in loco e riutilizzata per irrigare le rigogliose aree naturali progettate;
  • Un'alta percentuale del consumo totale di energia sarà generata da fonti rinnovabili.

Come menzionato sopra, siamo anche impegnati a raggiungere il livello minimo di certificazione LEED Silver da parte dell'US Green Building Council, con il Castello e l'Antico Borgo, primo e unico castello del XII secolo in Italia con questa certificazione. La certificazione LEED è un simbolo riconosciuto a livello mondiale per il raggiungimento della sostenibilità e della leadership.

 

Con stretto riferimento al settore merceologico in cui opera l’azienda, la sostenibilità viene identificata come driver di crescita o competizione?

La sostenibilità viene identificata sia come un motore di crescita che di competizione. Oggi, c'è un numero crescente di turisti che sono consapevoli della questione sostenibilità e si aspettano che gli hotel si assumano la responsabilità e lavorino in modo sostenibile. L'industria è stata rapida a rispondere a questi cambiamenti e sta progressivamente diventando "verde". Crediamo che la nostra attenzione a preservare la natura e la storia della Regione sia il vantaggio competitivo. Inoltre, il nostro resort aprirà un nuovo segmento di mercato turistico di lusso per la Regione, portando ad un aumento dei contributi all'economia locale, alla produzione di beni locali e alla creazione di nuovi posti di lavoro.

 

In che misura l’aderire e l’adottare un protocollo di sostenibilità in questo periodo potrà permettere alle imprese di proiettarsi meglio verso la ripresa post Covid-19?

Covid-19 ha cambiato il modo di pensare delle persone e le loro priorità nella scelta dell'alloggio, specialmente quando si tratta di privacy e del desiderio di stare distanti dalle altre persone. La riconnessione è al centro della filosofia e della proposta di Antognolla, un'opportunità per staccare dalla pressione della vita frenetica e godersi il tempo con gli amici, la famiglia o semplicemente essere un tutt'uno con la natura. Il resort offre molte attività che aiutano a riconnettersi con sé stessi, la famiglia, la natura e la tradizione. Gli ospiti potranno godere di una splendida spa, un centro benessere e un centro del sonno, così come di trattamenti di medicina alternativa, insieme a fitness e yoga, piscina all'aperto, offerta culturale e sportiva per le famiglie.

 

About the project

Quando si parla di Antognolla Resort and Residences, ci si riferisce al più grande progetto di sviluppo in Umbria legato al settore dell'ospitalità, che attualmente è valutato solo il 4% del valore economico aggiunto della Regione. Per la sua costruzione è stata scelta un'area strategica: Antognolla Resort and Residences si trova 20 km a nord di Perugia, vicino al confine regionale della Toscana. Anche se apparentemente isolata, questa zona della campagna umbra è molto ben collegata a Firenze (1 ora e 45 minuti) e Roma (2 ore e 15 minuti) ed è a 25 minuti di auto dall'Aeroporto Internazionale dell'Umbria. Molto vicino a destinazioni culturali e storiche, tra cui Gubbio, Assisi, Perugia e il Lago Trasimeno. Grazie all'Antognolla Resort and Residences, e al focus sui beni e prodotti locali (vino, olio, ecc.), l'Umbria avrà un’ulteriore opportunità di farsi conoscere e apprezzare dai turisti. E infine, ma non meno importante, il progetto svilupperà il turismo del golf nella Regione e porrà l'Umbria come destinazione golfistica, il che è di particolare rilevanza alla luce della Ryder Cup del 2023.

New call-to-action

Tags: Rubriche, SustainableTalks