#SustainableTalks: Andion

SUST Roberto Zocchi

Foto di Gabriel Jimenez su Unsplash

Per i #SustainableTalks di oggi abbiamo intervistato Roberto Zocchi, AD di Andion.

Da dove nasce la necessità della vostra azienda di intraprendere un percorso di sostenibilità economica, ambientale e sociale?

La sostenibilità è il motore di tutte le nostre attività. Andion sviluppa, progetta costruisce e gestisce impianti che, attraverso un naturale processo di bio-digestione, trasformano rifiuti e sottoprodotti organici (civili, agricoli ed industriali) in biometano, CO2 liquida, compost e ammendante organico. Difficile trovare qualcosa di più sostenibile della trasformazione di reflui e rifiuti in energia rinnovabile. Siamo parte della transizione energetica trasformando un problema in una risorsa.

Vuoi partecipare anche tu alla nostra rubrica #SustainableTalks? Clicca qui per  scoprire come!!

L’adozione di questo percorso che effetti ha generato in termini di comunicazione interna ed esterna?

La nostra società ha attratto diversi investitori, interessati a sostenere e sviluppare la sostenibilità economica ambientale e sociale delle nostre attività. Esternamente comunichiamo i benefici degli impianti che produciamo tramite press releases ed altre affini attività, specie a livello locale. È importante comunicare ad un territorio che un impianto che trasforma ogni anno 65.000 tonnellate di liquami in biometano liquido in quantità sufficiente a far percorrere ad una flotta di TIR oltre 10 milioni di chilometri, evitando l'emissione di 8,000 tonnellate di CO2 in atmosfera, è una risorsa e non un problema.

 

Come misurate oggi i vostri risultati in termini di sostenibilità? Disponete di un sistema di reportistica interno? Vi affidate a consulenti esterni

La sostenibilità è diventata un elemento imprescindibile nella realizzazione di impianti per la produzione di biometano. I nuovi disposti normativi (decreto biometano) impongono la certificazione, da parte di un qualificato soggetto terzo indipendente, della sostenibilità della filiera dei reflui e sottoprodotti organici sottoposti a biodigestione.

 

Con stretto riferimento al settore merceologico in cui opera l’azienda, la sostenibilità viene identificata come driver di crescita o competizione?

Come fondamentale driver di crescita. Senza la certificazione della sostenibilità ambientale non si accede agli incentivi che i correnti disposti normativi concedono al nostro settore merceologico.

New call-to-action

Tags: Rubriche, SustainableTalks