<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

Edilizia sostenibile, bonus casa: ecco cosa prevede la legge di Bilancio 2019

ecobonus

Ristrutturazioni in chiave green ed efficientamento energetico. Cosa prevede la legge di Bilancio 2019 in materia di edilizia sostenibile?

Legge di Bilancio 2019. Molto attese le riforme che riguardano in qualche modo l'abitare sostenibile. Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della nuova manovra, ogni velo di incertezza è caduto e i provvedimenti in materia sono nero su bianco. Lontana dal mettere in campo proposte rivoluzionarie, sul fronte delle ristrutturazioni e dell'efficientamento energetico la legge ha optato per prorogare il Bonus Casa fino al 31 dicembre 2019.

Resta, dunque, aperta la finestra di opportunità per chi intende ristrutturare le proprie abitazioni grazie all'impiego di materiali edili sostenibili, tecnologie e prodotti specifici a basso impatto ambientale.

Scopri i trend di mercato della bioedilizia in Italia

Molti i punti salienti che riguardano l'edilizia sostenibile e gli acquisti verdi. Rispetto al bonus ristrutturazioni, sono confermate le detrazioni fiscali del 50% su una spesa massima di 96.000 euro da suddividere in dieci quote annuali. Sconto del 50% anche per il bonus mobili ed elettrodomestici (parametro fondamentale, in questo caso, la classe energetica degli apparecchi) per un massimo di 10.000 euro di spesa. Confermato anche il bonus verde: la riduzione del 36% resta valida per interventi di ristrutturazione, cura e irrigazione del verde privato con una detrazione al 36% per la riqualificazione urbana, balconi e giardini e per chi finanzia lavori per il verde pubblico.

Ma veniamo all’Ecobonus, che riguarda gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici. Restano invariati gli sconti fiscali con una percentuale del 50% o del 65% a seconda dell’intervento. Rientrano in questa categoria interventi di efficientamento energetico relativo a impianti di riscaldamento, sostituzione e installazione di infissi, finestre, pavimenti, coibentazione, tende e schermature solari.

La sezione dedicata alle caldaie merita un discorso a parte: l'ammontare della detrazione spettante (65%, 50% o 0%) è vincolato all'efficienza energetica della caldaia a condensazione scelta e montata.

In vigore fino al 31 dicembre 2021, infine, il bonus condomini dedicato a interventi di riqualificazione energetica nelle parti comuni, che potrà giungere fino al 75% e il sisma bonus, per gli interventi di adeguamento antisismico degli immobili. Per questi ultimi, sono previste detrazioni del 75% nel caso di passaggio a una classe inferiore di rischio e dell’85% per la riduzione di due classi di rischio.

Nelle strategie nazionali di sviluppo economico deve considerarsi prioritaria l’adozione di strumenti normativi efficaci atti a promuovere una sempre maggior diffusione di modelli di sviluppo sostenibili, della Green Economy e dell’economia circolare[...]. In tema di contrasto al cambiamento climatico sono necessari interventi per accelerare la transizione alla produzione energetica rinnovabile e spingere sul risparmio e l’efficienza energetica in tutti i settori”, si leggeva nel capitolo 4 del Contratto per il Governo del Cambiamento

Investire nell'edilizia sostenibile significa proprio ridurre il più possibile gli impatti negativi di quella che rappresenta una delle principali attività umane sull’ambiente naturale. La rapida diffusione dei diversi protocolli di certificazione degli edifici sta peraltro trasformando radicalmente la domanda di materiali, sistemi e tecnologie per l’edilizia. Richiedendo un mercato che - non a caso - volga sempre più alla sostenibilità.

Scarica l'ebook gratuito  "L'edilizia sostenibile fra trend di mercato e materiali eco-compatibili"

Tags: Edilizia Sostenibile