<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

Europa: nasce il primo atlante storico del clima

primo-atlante-storico-clima-europa-nonsoloambiente

Dalla Columbia University arriva il primo atlante storico del clima europeo e del bacino del Mediterraneo: un nuovo sguardo sul passato, per leggere la storia da prospettive inedite attraverso i dati relativi a piogge e siccità degli ultimi 2.000 anni.

Comprendere le dinamiche che hanno caratterizzato il clima nel passato, in modo da elaborare modelli di previsione sempre più precisi per il futuro, è possibile. Dopo aver pubblicato recentemente anche gli atlanti di Nord America e Asia, i ricercatori della Columbia University presentano il primo atlante storico del clima europeo e del bacino del Mediterraneo (Old World Drought Atlas - OWDA)

Si tratta di una ricostruzione spaziotemporale estremamente più completa della variabilità idro-climatica del Vecchio Continente e del bacino del Mediterraneo, Nord Africa e Medio Oriente. Rispetto alle stime precedenti, questa ricostruzione è stata effettuata sulla base dei dati relativi alle piogge e ai periodi di siccità ricavati dagli anelli dei tronchi degli alberi, comparati e affiancati a dati storici e archeologici che hanno permesso di ripercorrere la cronologia dei fenomeni climatici agli ultimi 2.000 anni. 

Cosa pensano gli italiani della sostenibilità? Scoprilo con l'ultimo  Osservatorio sulla sostenibilità!

Dalla Columbia University sono stati incrociati i dati dell’atlante relativamente a tre fasi storiche particolarmente interessanti: il periodo caldo medievale (compreso tra l'anno 1000 e il 1200), la piccola era glaciale (1550-1750) e l'età moderna (1850-2012). I risultati, pubblicati su Science Advances, mostrano condizioni più secche della media nel corso dell'ultimo millennio nell'Europa centro-settentrionale e una storia di grandi siccità in tutto l'emisfero nord, le quali sono durate inspiegabilmente più a lungo durante l'anomalia climatica medievale, rispetto al XX secolo. 

Dalla ricostruzione dendroclimatica è emerso che alcuni eventi climatici particolarmente forti, come la grande carestia abbattutasi sull’Europa tra il 1315 e il 1317, furono causati da variazioni climatiche particolarmente significative e tali da condizionare irreparabilmente le attività socioeconomiche e politiche del tempo. Non solo è, dunque, possibile gettare uno sguardo nuovo sul passato e leggere la storia da prospettive inedite, ma l’atlante consente anche di fare luce su fenomeni più recenti, come la siccità record registrata in Medio Oriente tra il 2006 e il 2010 considerata come uno dei fattori scatenanti della guerra in Siria.  

Scarica l'eBook: 4 premi per la sostenibilità ambientale

Tags: Studi e ricerche