<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

Milano smart city: arrivano 15 isole multimediali

Milano-smart-city-arrivano-15-isole-multimediali-2

Quindici installazioni ad alto contenuto di tecnologia per connettersi e rimanere informati su tutti gli eventi in programma in città

Milano si prepara ad Expo 2015 con una nuova iniziativa che punta a far diventare il capoluogo lombardo sempre più smart city. Sono state infatti installate all'interno del centro cittadino 15 Isole digitali, nuovi spazi outdoor che offrono servizi ad alto tasso di innovazione. Lo scopo delle Isole è quello di aiutare cittadini e turisti di spostarsi, comunicare e informarsi in maniera intelligente e sostenibile.

All'interno di questi spazi - arredati con panchine di legno dal design minimale - sono presenti degli schermi touch screen di ultima generazione, grazie ai quali sarà possibile accedere a tutta una serie di informazioni (in italiano ed inglese) su mobilità, viabilità, trasporto pubblico ed eventi. All'interno delle Isole digitali sarà inoltre possibile connettersi alla rete grazie al wi-fi gratuito e veloce, oppure ricaricare i propri dispositivi elettronici (pc, smartphone, tablet, ecc.) sulle apposite colonnine.

Le aree delle Isole digitali saranno accessibili anche di notte, grazie ad un impianto di videosorveglianza e ad un sistema di illuminazione intelligente a led, che varia l’intensità a seconda del numero delle persone presenti, garantendo risparmio energetico e tutela dell’ambiente.

Scopri i trend di mercato della bioedilizia in Italia

Spazio anche alla mobilità sostenibile: ogni isola digitale ospita una stazione per quadricicli elettrici biposto in condivisione EQSharing, 60 mezzi disponibili già entro il 21 ottobre, che diventeranno 90 a metà novembre e 120 a febbraio, noleggiabili con modalità simili a quelle del bike sharing.

Il Comune di Milano ha progettato l’intera iniziativa - realizzata a costo zero - in collaborazione con diverse aziende, come A2A, Ducati Energia, Internet Explorer di Microsoft, Telecom Italia, Bee e Linear. Il budget per le prime 15 isole - che raddoppieranno entro febbraio del 2014 - è stato di 3 milioni di euro, interamente sostenuto da sponsor privati. Le ulteriori Isole previste dal progetto saranno realizzate con un finanziamento di 960mila euro, grazie a risorse messe a disposizione da un bando della Regione Lombardia nell’ambito del Programma Europeo di sviluppo Regionale (POR).

“Le Isole digitali – ha dichiarato l’assessore alle Politiche per il Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca Cristina Tajani – rappresentano un esempio virtuoso di collaborazione tra pubblico e privato nell’offerta di contenuti e servizi a favore di una città più ‘intelligente’ e aperta. Per noi si tratta anche di un modo per comunicare in maniera visibile il progetto Milano Smart City, un progetto che vive grazie alla cooperazione tra diversi soggetti: amministrazione, sistema delle imprese e cittadini”.

“Con l’attivazione di queste 15 Isole digitali – ha spiegato Piero Galli, General Manager per la Gestione Evento di Expo 2015 S.p.A. – entra nel vivo della preparazione dell’Esposizione Universale. In vista dell’appuntamento del 2015 sarà fondamentale strutturare e sviluppare una rete tecnologica di servizi all’avanguardia, in grado di rispondere in maniera immediata ed efficace alle necessità degli oltre venti milioni di visitatori attesi. Tecnologia e innovazione sono elementi indispensabili a rendere unica e indimenticabile la visita del sito e la scoperta di Milano”.

Scarica l'ebook gratuito  "L'edilizia sostenibile fra trend di mercato e materiali eco-compatibili"

Tags: Edilizia Sostenibile