<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

Edilizia tradizionale o sostenibile?

Il settore dell’edilizia sta attraversando un importante momento di trasformazione. In un mercato sempre più orientato alla sostenibilità, dove imprese e consumatori dimostrano una crescente attenzione alle questioni ambientali, anche il comparto dell’edilizia si sta evolvendo in questa direzione.

Le tecniche e i processi dell’edilizia tradizionale lasciano spazio alla bioedilizia più attenta all’impatto ambientale dei processi, che prevede una gestione sempre più efficiente dei cicli dell’energia, dell’acqua e delle risorse naturali.

Bioedilizia significa quindi scegliere materiali più sostenibili, certificati e meno inquinanti; ridurre i consumi energetici domestici, sfruttare incentivi fiscali ed ecobonus, vivere in ambienti domestici più salubri. È il momento per i costruttori e le imprese edili di allinearsi a tale trend di mercato per soddisfare la crescente domanda di materiali eco-compatibili e soluzioni più sostenibili.

Materiali sostenibili e innovativi

Un aspetto determinante dell’impatto ambientale del settore edilizio, oltre il consumo di suolo, è rappresentato dai materiali impiegati per la costruzione. Dal reperimento delle materie prime, alla lavorazione, fino all’utilizzo e allo smaltimento, i materiali edili tradizionali sono da considerarsi insostenibili sia in termini di consumo di risorse naturali che di emissioni di COderivanti dalla loro lavorazione e smaltimento.

Nella bioedilizia i materiali sostenibili sono quelli “a basso impatto ambientale” in grado cioè di ridurre le estrazioni di materie prime, diminuire le importazioni attraverso il riciclo, migliorare le prestazioni energetiche. Sul mercato esistono già materiali innovativi in alternativa al tradizionale cemento: l’innovazione e la sperimentazione applicate ai paradigmi dell’economia circolare infatti, permettono oggi alle imprese edili di orientarsi su scelte sostenibili a partire dai materiali di costruzione.

Materiali sostenibili - Nonsoloambiente
ambienti-salubri-bioedilizia

Riconoscere i materiali più salubri e a basso impatto ambientale

Come selezionare e scegliere i materiali edili realmente sostenibili? A garanzia dei costruttori e degli utenti finali, sono stati istituiti marchi che certificano la qualità ambientale dei materiali da costruzione. Le pratiche sostenibili in edilizia prevedono per esempio, la riduzione della produzione di rifiuti, minori consumi di energia rispetto agli edifici tradizionali e materiali meno impattanti sull’ambiente in termini di reperimento, lavorazione, smaltimento e impiego (inquinamento domestico). Si tratta quindi di analizzare il Life Cycle Assessment (LCA) di un prodotto, ossia lo studio dell’intero ciclo di vita, per valutarne l’effettiva sostenibilità: marchi, etichette e certificazioni si basano su uno o più aspetti del LCA, aiutando costruttori e imprese edili a individuare i produttori più virtuosi e attenti all’ambiente.
 

"Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l'ha già creata" disse Einstein. All'uomo, allora, rimane da crearsi il rispetto verso di Essa.

I plus delle costruzioni in legno

Il legno è uno dei materiali naturali che negli ultimi anni viene sempre più spesso impiegato in bioedilizia. Seguendo il trend europeo, l’Italia si posiziona come quarto player in Europa tra i produttori di costruzioni in legno.

Il legno è una risorsa naturale che può essere riciclata al 100% ma per essere realmente sostenibile, è indispensabile che provenga da foreste certificate e non da azioni illegali di deforestazione.  

Le caratteristiche fisiche di questo materiale gli conferiscono ottime proprietà termoisolanti, l’ideale per abbattere i consumi energetici e i costi di cappotti termici. Inoltre il legno è di facile lavorazione e ha alta flessibilità: due aspetti che lo rendono il miglior materiale per costruire intere case resistenti a terremoti e con costi e tempi di realizzazione ridotti rispetto al classico cemento. 

Approfondimenti sulle costruzioni in legno:

 

Le applicazioni dei materiali nella bioedilizia

Come vengono impiegati i materiali sostenibili e innovativi nell’edilizia? Esistono progetti architettonici che hanno sperimentato materiali edili alternativi al cemento, abbattendo i costi di produzione, le emissioni inquinanti in atmosfera e migliorando le prestazioni energetiche degli edifici.

Imprese edili, costruttori, progettisti e aziende produttrici si stanno muovendo in questa direzione studiando come realizzare materiali, tecniche e tecnologie sempre più sostenibili. Non mancano gli esempi di progetti già realizzati o in corso d’opera come i grattacieli in legno, l’isolamento in lana di pecora o i pannelli in paglia. In Italia, così come in Europa, diverse aziende hanno già scommesso sulla bioedilizia posizionandosi come pioniere delle costruzioni del futuro.

New call-to-action

Incentivi ed Ecobonus per l’edilizia sostenibile

Entro il 2023, sono previsti per la riqualificazione sostenibile investimenti fino a 960 milioni di dollari. Questo anche perché le nuove normative prevedono, per chi sceglie di ristrutturare o costruire secondo i paradigmi della bioedilizia, sgravi fiscali ed incentivi volti a supportare soluzioni edili a basso impatto ambientale. 

La legge di Bilancio 2019 prevede infatti:

  • bonus ristrutturazioni;
  • bonus mobili ed elettrodomestici;
  • bonus verdi;
  • Ecobonus - che riguarda gli interventi di riqualificazione energetica;
  • Bonus condomini;
  • Bonus sisma - per gli interventi di adeguamento

È dunque il momento per le imprese edili e le aziende produttrici del settore di adeguare la propria offerta e allinearla al trend di sviluppo attuale del mercato. 

  

Mariagrazia Ecobonus_logo NSA-1
bioedilizia-nonsoloambiente-1

Bioedilizia: le opportunità per le aziende

A livello nazionale e internazionale, il mercato della bioedilizia registra una forte crescita. I dati parlano di un vero e proprio boom, che vede la richiesta mondiale di edilizia sostenibile raddoppiare ogni tre anni.

Nuove soluzioni e prodotti all'avanguardia contraddistinguono le aziende del settore che si sono o si stanno adeguando al nuovo trend del mercato edilizio, rispondendo tempestivamente a problemi ed esigenze attuali.

Esistono diversi esempi di aziende italiane che hanno puntato sulla ricerca industriale e tecnologica per migliorare l’efficienza energetica e più in generale le performance delle soluzioni o dei prodotti offerti, considerandone l’impatto ambientale ma anche sociale (salute) ed economico.

Ti occupi di bioedilizia? Comunica le soluzioni   <https://www.nonsoloambiente.it/comunicare-la-sostenibilità> sostenibili della  tua azienda! <https://www.nonsoloambiente.it/comunicare-la-sostenibilità>