<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

Birra a rischio: il caldo e la siccità sono una minaccia per le colture di orzo

birra-a-rischio-siccita-nonsoloambiente 

Una ricerca dell’Università di Pechino e dell’Università della California parla chiaro: entro il 2099 la birra potrebbe scarseggiare e il suo prezzo aumentare drasticamente.

Brutte notizie all’orizzonte per gli amanti della bevanda a base di orzo più famosa al mondo: secondo un gruppo di ricercatori, le variazioni della temperatura e la siccità comprometterebbero la salute delle colture di orzo, con conseguente scarsità di materia prima e aumento dei prezzi della birra.

Questa impennata dei prezzi colpirebbe principalmente i maggiori consumatori, come l’Irlanda, la Germania e la Repubblica Ceca. Secondo lo scenario descritto dal gruppo dell' Università di Pechino guidato da Wei Xie e da quello dell' Università della California a Irvine coordinato da Steven Davis, entro il 2099, trovare birra sarà una rarità.

Questo perché, come si legge dal report pubblicato sulla rivista Nature Plants, "nei periodi di siccità e calore estremi la produzione di orzo si riduce drasticamente”. L’aumento delle temperature e i periodi di siccità sempre più frequenti hanno un peso specifico decisamente rilevante sulle colture di orzo. "Abbiamo visto - hanno dichiarato i ricercatori - che questi eventi estremi possono causa una sostanziale riduzione della resa dell'orzo nel mondo".

Vuoi sapere di più sull'impiego dei pesticidi in agricoltura? Scarica  gratuitamente il nostro ebook! 

La ricerca nel dettaglio

Per poter condurre lo studio, i ricercatori sono partiti dal mettere insieme una serie di modelli matematici che mostrano l'impatto del cambiamento climatico sulle colture di orzo, incrociandoli con i modelli di commercio internazionale.

Parlando di numeri, secondo i ricercatori, in caso di siccità particolarmente intensa, il prezzo di una bottiglia di birra in Irlanda potrebbe raddoppiare. Nella Repubblica Ceca, potrebbe essere sei o sette volte più costoso. Guardando allo scenario peggiore, la Cina perderebbe il 10% della sua offerta di birra e gli Stati Uniti dal 15 al 20%.

L’ Italia vanta attualmente una produzione di orzo da record, grazie a nuovi materiali genetici e alla buona tecnica colturale. Tuttavia, numeri alla mano, secondo i ricercatori, nei periodi siccità particolarmente intensa, il prezzo di una bottiglia di birra in Irlanda potrebbe lievitare del 193%. Nella Repubblica Ceca, potrebbe essere sei o sette volte più costoso. Guardando allo scenario peggiore, la Cina perderebbe il 10% della sua offerta di birra e gli Stati Uniti dal 15 al 20%

In Argentina il consumo potrebbe calare del 32% rispetto a quello attuale. "Il clima arido è causa di una sostanziale riduzione della resa dell’orzo nel mondo", hanno detto i ricercatori. A seconda del livello di siccità infatti, la perdita media di produttività dell’orzo potrebbe variare dal 3% al 17%, provocando entro la fine del secolo un netto calo di produzione della bevanda più amata al mondo.

La tua azienda ha una best practice da raccontare? Partecipa al prossimo  business format sulla sostenibilità!

Tags: agroalimentare