<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

Natale, al via i mercatini ecosostenibili

natale

Per chi ama viaggiare sotto le feste i mercatini di Natale sono fra i luoghi più ambiti. Con le loro bancarelle, luci e spettacoli attirano migliaia di turisti e visitatori. In questi ultimi anni però c’è un elemento in più che li distingue: l’attenzione verso l’ambiente.

Prodotti locali, sistemi energetici a basso impatto di Co2 e organizzazione ecosostenibile contribuiscono - a loro modo - alla magia natalizia. Da 25 anni Bolzano è la location del famoso  mercato, con quasi 80 espositori lungo piazza Walther. Dal 2014 questa manifestazione ha ottenuto la certificazione “Green Event” dall’Ecoistituto Alto Adige per la sua sensibilità ecologica. Fra i requisiti per l’ottenimento di questo riconoscimento ci sono: raccolta differenziata dei rifiuti, vendita di prodotti artigianali e gestione dell’energia volta al risparmio.

Oltre a quello di Bolzano, hanno ottenuto il certificato “Green event” anche il mercatino di Merano, Bressanone, Vipiteno e Brunico. Cinque città che hanno fatto del Natale non soltanto un’occasione di crescita economica, ma anche di rispetto per l’ambiente. Rimanendo nel Settentrione, anche  Milano è stata città di mercatini di Natale ecosostenibili. Lo scorso 12 e 13 dicembre alla Fonderia Napoleonica Eugenia c’è stato il “Green Christmas”, un evento con banchetti e work-shop dedicati alla cultura sostenibile. Lo slogan dell’iniziativa è stato Riscopri l’anima verde del tuo bianco Natale, a dimostrazione che ambiente e spirito natalizio possono andare d’accordo.

Quest’anno però in fatto di sostenibilità si è distinto il mercatino di Trento, sia con eventi che con azioni concrete. Lì bibite e pietanze vengono distribuite in contenitori realizzati in ceramica o in Mater-Bi, un materiale plastico biodegradabile. A differenza della plastica, queste stoviglie sono riutilizzabili e lavabili.  Così dopo aver gustato del vin brulé o dei canederli, il visitatore potrà tenersi il proprio piatto o bicchiere come ricordo. Nel corso della manifestazione verranno effettuati sondaggi e campagne di sensibilizzazione su temi ambientali.

Intanto la pratica di comprare prodotti green si sta affermando anche nella grande distribuzione. Secondo un sondaggio di Avvenia, l’82% degli italiani acquisterà prodotti ecosostenibili per questo Natale.  “Una scelta dovuta sia ad una crescente sensibilità alle tematiche della sostenibilità ambientale che anche ad una necessità di risparmio, poiché molto spesso un regalo eco-sostenibile è anche più conveniente” dichiara Giovanni Campaniello, fondatore e amministratore unico di Avvenia.        

Tags: Economia Circolare, Ambiente