<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

“Mobility Transformation Center”: in America una città simulata a prova di mobilità intelligente!

Mobility Transformation Center in America una città simulata a prova di mobilità intelligente

In America, per studiare al meglio il tema della mobilità sostenibile, i ricercatori dell'Università del Michigan hanno simulato un particolare centro urbano di 130.000 mq.

I cosiddetti "Big Data" e particolari sensori di ultima generazione permetteranno di testare oltre 30.000 autovetture "sostenibili" che popoleranno il Mobility Transformation Center, la simulazione della smart city creata dai ricercatori dell'Università del Michigan.

Questo particolare centro urbano nasce dall'esigenza di studiare più da vicino il tema legato alla smart mobility, e ha come scopo quello di sperimentare dei collegamenti comunicativi tra le automobili, e di ridurre il traffico urbano e l'inquinamento acustico e atmosferico.

All'interno del Mobility Transformation Center verrà ricreato lo stesso traffico dei centri urbani americani e le automobili che circoleranno avranno istallato particolari dispositivi e innovativi sensori che verranno aggiornati continuamente grazie ai Big Data.

Vuoi conoscere i più recenti progetti corporate di mobilità sostenibile rivolti  ai dipendenti? Scarica l'ebook gratuito!

Oltre all'Università del Michigan, è coinvolto nel progetto anche il Gruppo Xerox e il Dipartimento dei Trasporti del Governo degli Stati Uniti, che lo gestisce direttamente.

Giulio Frandi, Direttore Generale della divisione italiana "Intelligent Transport Group" del Gruppo Xerox, ha dichiarato: "Il Mobility Transformation Center ricreerà ogni tipo di atteggiamento legato alle dinamiche stradali, dai comportamenti imprevedibili degli automobilisti e dei pedoni sino alle criticità legate alla viabilità, come le infrastrutture obsolete o i terreni non perfettamente curati. Una rete di sensori presenti nella città riprodotta nel sud ovest del Michigan, raccoglieranno miliardi di dati ed informazioni utili per il controllo assoluto di ciò che accade nelle vie. In questo modo sarà possibile testare le comunicazioni da veicolo a veicolo, e quelle dai servizi stradali alle auto. Grazie al controllo bidirezionale, quindi, diventerà semplice gestire il traffico in modo ordinato e lineare, riducendo considerevolmente il numero di incidenti cittadini".

Inoltre, il Gruppo Xerox ha creato una particolare piattaforma, la Mobility Analytics Platform, che analizzerà, minuto per minuto, le condizioni e la situazione del traffico urbano. Il tutto per far sì che in futuro la mobilità sia sempre più smart e intelligente.

Scarica l’ebook gratuito:  Mobilità sostenibile, opportunità e vantaggi per le aziende

Tags: mobilità sostenibile