<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

Arriva “Open & Agile Smart Cities Task Force”, la piattaforma per le smart city

Arriva-Open-&-Agile-Smart-Cities-Task-Force-la-piattaforma-per-le-smart-city

L'ultima edizione del CeBIT ha presentato un'innovativa agenda urbana dedicata alle smart cities, la "Open & Agile Smart Cities Task Force", che coinvolgerà 25 città europee e 6 città brasiliane.

Il network europeo Connected Smart Cities (CSC) è il promotore del progetto "Open & Agile Smart Cities Task Force": si tratta di una piattaforma che metterà in contatto città europee e brasiliane e che si occuperà di tutti quegli aspetti legati al tema della smart city, come la mobilità sostenibile, la sicurezza, la sanità e l'efficienza energetica.

Nello specifico, la "Open & Agile Smart Cities Task Force (OASC)" fornirà applicazioni innovative che contribuiranno allo sviluppo di alcuni settori legati alla cosiddetta "città intelligente": dalla mobilità sostenibile al "disaster management", dalla tutela ambientale alla sanità, dalla sanità all'efficienza energetica.

Vuoi scoprire di più sulle imprese e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile?  Scarica gratuitamente l'abstract del nostro eBook!

Le città italiane che prenderanno parte a questo progetto sono Milano, Lecce e Palermo, che affiancheranno le seguenti città europee: Brussels, Ghent, Antwerp, Copenhagen, Aarhus, Aalborg, Helsinki, Tampere, Espoo, Vantaa, Oulu, Turku, Lisbona, Porto, Penala, Fundão, Palmela, Águeda per il Portogallo; Valencia, Santander, Málaga e Siviglia.

Per il Brasile saranno coinvolte le città di Olinda (Recife), Anapólis (Goiás), Porto Alegre (Rio Grande do Sul), Vitória (Espírito Santo), Colinas de Tocantins (Tocantins) e Taquaritinga (São Paulo).
Queste città, grazie ai big e agli open data, ai sensori digitali e all'open source, svilupperanno un sistema di applicazioni pensate per gli smartphone e i mobile device, che contribuiranno notevolmente al miglioramento della qualità della vita dei cittadini.

La "Open & Agile Smart Cities Task Force (OASC)" avrà anche il compito di creare progetti per le start-up, le piccole e medie imprese e le grandi aziende, pubbliche e private.
Il progetto fortunato messo in atto da una città potrà poi essere condiviso con le altre città e sfruttato anche dagli altri centri che fanno parte della piattaforma, in un sistema di condivisione e di rete.

Scarica l'ebook gratuito: Come rendicontare la sostenibilità d'impresa!

Tags: Sostenibilità, CSR & Imprese