<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

Programma Mangiaplastica: contributi ai Comuni per l’economia circolare

Programma Mangiaplastica contributi ai Comuni per l’economia circolare

Ufficializzato con il Decreto del Ministero della Transizione Ecologica del 2 Settembre 2021, il Programma Mangiaplastica sostiene i Comuni nella transizione ecologica, grazie a finanziamenti mirati all’acquisto di eco-compattatori.

Il Programma Sperimentale Mangiaplastica, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 243 dell’11 ottobre 2021, è un’azione concreta con la quale il Ministero della Transizione Ecologica intende supportare i Comuni nel difficile compito di affrontare le attuali sfide della sostenibilità, a partire dal miglioramento della raccolta differenziata, come azione propedeutica al riciclo dei rifiuti. Grazie a questo programma, reso possibile da uno dei primi decreti sull’economia circolare del MiTe, i Comuni potranno chiedere e ottenere contributi economici per l’acquisto di eco-compattatori, ovvero di macchinari in grado di compattare bottiglie e contenitori per bevande in PET, rendendoli, così, meno voluminosi e più facilmente riciclabili.

Vuoi scoprire in che modo i rifiuti tecnologici possono diventare un driver  dell'economia circolare? Scarica l’ebook sui RAEE!

I 16 milioni di euro disponibili per garantire il raggiungimento degli obiettivi del progetto saranno assegnati ai Comuni che risponderanno al bando, sotto forma di contributi pari a 15.000 euro per l’acquisto di eco-compattatori di capacità media e a 30.000 euro per quello di compattatori ad alta capacità. In particolare, la quantità massima di compattatori per cui ogni Comune può ricevere il contributo è definito in base al numero di abitanti: 1 compattatore per i Comuni con meno di 100.000 abitanti e uno ogni 100.000 abitanti per i comuni più grandi. Le amministrazioni comunali interessate possono presentare domanda entro 30 giorni dalla pubblicazione del decreto, tramite SPID, e l’assegnazione dei contributi avverrà in ordine cronologico, fino ad esaurimento degli stessi.

Il ruolo di Invitalia risulta fondamentale per il raggiungimento degli importanti obiettivi del Programma Mangiaplastica: l’Agenzia per lo Sviluppo, infatti, ha affiancato il Ministero della Transizione Ecologica per l’elaborazione di procedure e servizi informatizzati a favore dei Comuni aderenti al progetto. In particolare, oltre ad aver reso possibile il riuso della piattaforma informatica Invitalia PA Digitale, ha collaborato con il DiPE - Presidenza del Consiglio per definire una procedura guidata e semplificata, con l’impiego di template su misura, finalizzata all’acquisizione del Codice Unico di Progetto (CUP), obbligatorio per legge. È già stato reso noto che la misura del Programma Mangiaplastica sarà confermata per i prossimi tre anni, potendo contare su ulteriori 11 milioni di euro disponibili.

Scarica l'ebook gratuito: Rapporto RAEE 2017, tutti i dati della raccolta

Tags: Economia Circolare, Ambiente