<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

Le interviste del Direttore: Lara e Giacomo Ponti

Interviste del direttore Lara e Giacomo Ponti

Intervista a Lara e Giacomo Ponti.

Nonsoloambiente.it si pone da sempre come obiettivo quello di fornire un’informazione chiara e contestualizzata su primari argomenti di attualità che abbiano ricadute dirette o indirette sull'ambiente. La rubrica, realizzata su base settimanale e pubblicata nella giornata del martedì,  si basa sulla realizzazione di interviste condotte dal direttore in modo autonomo o a fronte di valutazione di temi o iniziative particolari, corredati di dati. Per informazioni scrivete a: direzione@nonsoloambiente.it

Il Gruppo Ponti, leader nella produzione mondiale dell’Aceto di Vino, dell’Aceto di Mele e dell’Aceto Balsamico di Modena, ha avviato un importante percorso verso la sostenibilità. Nel 2021 ha ridotto del 15% la quantità di plastica di ogni bottiglia di Aceto di Vino nel formato da 1 litro e introdotto l’utilizzo al 30% di Pet riciclato nelle bottiglie da 1L e 0,5L. Quali sono i progetti per il futuro considerato che ogni anno l’Azienda amplia gli indicatori di sostenibilità costituiti attorno agli obiettivi dell’agenda ONU 2030?

Da sempre la salvaguardia dell’ambiente è tra le priorità del Gruppo: negli ultimi anni questa attenzione si è trasformata in obiettivo strategico ed è stata declinata in attività e interventi pianificati. Nel 2015 abbiamo stilato il primo Report di Sostenibilità e dal 2017 abbiamo incrociato i nostri obiettivi con quelli dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Sostenibile, per aggiungere il nostro impegno allo sforzo collettivo coordinato rappresentato dall’Agenda. La ratio è utilizzare tecnologia all’avanguardia e innovazione per ridurre l’impronta ambientale in un’ottica di miglioramento continuo, che bilanci ciò che un’azienda consuma con quanto riesce a restituire ai territori. È proprio grazie a questo modo di operare consapevole, sostenibile e trasparente, che oggi possiamo vantare un nuovo traguardo: essere la prima Società Benefit in entrambi i nostri settori di riferimento, quello degli Aceti e delle Conserve di Verdure. Le Società Benefit rappresentano un’evoluzione del concetto stesso di azienda, grazie all’integrazione degli obiettivi di profitto con l’impegno ad avere un impatto positivo sulla società e sull’ambiente.

Vuoi scoprire di più sulle imprese e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile?  Scarica gratuitamente l'abstract del nostro eBook!

La responsabilità sociale è un valore fondante per noi ma dichiararla nello statuto significa spostarla da buona intenzione a progetto imprenditoriale. Noi vogliamo continuare a essere, in maniera sempre più riconoscibile e trasparente, un’impresa che genera più valore di quanto non ne usi per funzionare. Lavoriamo ogni giorno perché la creazione di valore aziendale alimenti anche le persone che lavorano con noi, i territori in cui siamo radicati e assicuri un futuro alle prossime generazioni. La stessa responsabilità è quella che ci lega al territorio, dove da oltre due secoli, da nove generazioni, la nostra famiglia ha le sue radici e la sua produzione. Questo riconoscimento si aggiunge a una serie di altri traguardi già raggiunti nel campo della Corporate Social Responsibility, dove, grazie all’impegno per una filiera sostenibile, abbiamo ottenuto certificazioni di prodotto riconosciute a livello internazionale, avvalorando l’impegno costante dell’azienda nei servizi di controllo e verifica della qualità dei suoi prodotti durante l’intero ciclo di vita.


Ultimamente l’economia circolare è al centro delle politiche programmatiche nazionali e comunitarie. Quale a Suo avviso può essere un approccio strategico tale per cui l’economia circolare può essere davvero una pratica condivisa da parte dei più e non una mera utopia?

Innanzitutto dobbiamo comprendere sino in fondo, cittadini e imprese, che puntare su un’economia che riduca gli sprechi, usi in maniera più efficiente le risorse, recuperi più materiali possibili, abbandonando quindi il paradigma lineare per abbracciare quello circolare, non è soltanto un obbligo morale nei confronti delle generazioni future ma una necessità dettata anche dalla crisi climatica.
L’economia circolare è anche una straordinaria occasione di sviluppo, di possibile creazione di nuovo lavoro. Insomma parafrasando un “pioniere” della sostenibilità come Alex Langer che sosteneva che “la conversione ecologica potrà affermarsi soltanto se apparirà socialmente desiderabile”, anche noi dobbiamo riuscire a trasmettere con il nostro lavoro tutto il buono che c’è nella trasformazione avviata. Un “buono” che nel nostro caso portiamo sulle tavole degli italiani. Riconoscere, a partire dal cibo, il valore di tutta una filiera impegnata nel ridurre gli sprechi, sarà essenziale per convincere sempre più cittadini che la strada dell’economia circolare possa convenire a tutti.

Lara Ponti

Nata a Novara nel 1968, rappresenta la IX generazione della famiglia Ponti alla guida dell’azienda. Laureata con lode in Filosofia della scienza all’Università Statale di Milano, Master in Analisi Organizzativa e Gestione delle Risorse Umane, 3 figli, è entrata in azienda nel 2010. Prima dell’ingresso nell’attività di famiglia ha lavorato per 20 anni in ambito no-profit con un focus sulle dimensioni organizzative e gestionali di cooperative, associazioni, enti pubblici. Attualmente, con la carica di Amministratore Delegato, oltre ad essere impegnata sulle scelte e strategie della direzione generale del Gruppo Ponti, si occupa in particolare di sviluppo organizzativo e risorse umane, coordinando le funzioni di staff.

Giacomo Ponti

Nato a Novara nel 1972, rappresenta la IX generazione della famiglia Ponti alla guida dell’azienda. Laureato in economia aziendale all’Università Carlo Cattaneo di Castellanza (VA), dal 2000 il suo ruolo in azienda diventa ufficialmente operativo, prima presso l’acetificio di Dosson di Casier (TV), poi come responsabile di produzione presso l’acetificio di Ghemme (NO), la sede storica Ponti, dove si è occupato in prima persona della ristrutturazione della parte industriale dello stabilimento e degli altri tre stabilimenti del gruppo. Attualmente, con la carica di Amministratore Delegato, oltre ad essere impegnato sulle scelte e strategie della direzione generale del Gruppo Ponti, si occupa in particolare del marketing e della comunicazione dell’azienda e dello sviluppo dei mercati esteri.

Scarica l'ebook gratuito: Come rendicontare la sostenibilità d'impresa!

Tags: CSR & imprese