<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

Le interviste del Direttore: Daniele Gizzi

Le interviste del direttore Albo gestori ambientali

Per le Interviste del Direttore di oggi, in occasione di Ecomondo, abbiamo intervistato Daniele Gizzi, presidente di Albo Gestori Ambientali.

L’albo dei gestori ambientali rappresenta l’entità professionale per definizione dei gestori dell’intera filiera ambientale. Quali sono a suo avviso le difficoltà di mercato per cui l’esistenza e l’adesione all’albo costituisce un plus?

Oggi all’Albo sono iscritte 165mila tra medie, piccole e microimprese che si occupano del trasporto dei propri rifiuti e del trasporto conto terzi di rifiuti speciali pericolosi, non pericolosi e rifiuti urbani. Oggi per poter operare un trasporto rifiuti in Italia è necessario essere iscritto all’Albo. Non solo trasporto rifiuti però, in quanto l’Albo è diviso in varie categorie, infatti sono iscritte anche imprese che si occupano di bonifiche di siti contaminati e di gestione di rifiuti contenenti amianto.

Scopri i limiti e le opportunità dell'Economia Circolare! Scarica il nostro  approfondimento gratuito!

La figura del gestore ambientale ha conosciuto una rapida evoluzione e richiede oggi una maggiore e sempre più approfondita conoscenza del settore. Come l’Albo supporta la crescita dei professionisti e delle imprese del suo network?

L’Albo per propria costituzione sta portando avanti campagna di formazione informazione su tutti i temi ambientali, non solo su quelli specifici dell’Associazione, legati quindi al trasporto dei rifiuti. Sullo stand di Ecomondo 2022 in 4 giorni abbiamo realizziamo 10 talk su tutti gli argomenti di maggiore attualità dal punto di vista ambientale. Quindi informazione e formazione sono i mandati che l’Albo ha da sempre.

Nel complesso processo della transizione ecologica qual è la posizione dell’Albo da un punto di vista culturale e di sviluppo?

Quello che l’Albo sta facendo da un punto di vista della condivisione, ne sono un esempio i numerosi QRcode che sono visibili sullo stand di Ecomondo, è accorciare la distanza con le imprese, implementando una comunicazione sempre più efficace ed efficiente che arrivi immediatamente alle imprese. Fino al 2021, l’Albo ha comunicato con le imprese attraverso delibere e circolari, oggi invece, realizziamo video tutorial delle delibere che pubblichiamo con l’obiettivo di raggiungere il maggior numero possibile di aziende, e rendere più semplici gli adempimenti.

CTA Economia Circolare 2022

Tags: Rubriche, Le interviste del Direttore