Iren e Politecnico di Torino: nuovo accordo di transizione energetica

Iren e Politecnico di Torino nuovo accordo di transizione energetica

Valorizzazione del know how di Iren e di PoliTo sul tema della transizione energetico, per lo sviluppo e la diffusione di soluzioni innovative: questo l’obiettivo dell’accordo appena siglato dall’ateneo piemontese e dalla multiutility.

Lo scorso 11 novembre Guido Saracco, Rettore del Politecnico di Torino, e Luca Dal Fabbro, Presidente del Gruppo Iren, hanno siglato un accordo della durata di tre anni, finalizzato all’implementazione di progetti volti ad accelerare i processi di transizione energetica su scala nazionale e internazionale.

I temi al centro dell’accordo per la transizione energetica


In particolare, la partnership si focalizzerà su 4 aree d’intervento:
  • la ricerca sull’idrogeno come vettore di energia green;
  • le tecnologie di decarbonizzazione;
  • la mobilità elettrica;
  • il teleriscaldamento.

Proprio quest’ultimo tema riveste una grande importanza, in quanto le azioni attuate in modo congiunto dalle due realtà, su questo fronte, saranno fondamentali per raggiungere l’obiettivo di decarbonizzazione delle reti entro il 2050. “Questo accordo nasce dalla volontà di rafforzare il nostro impegno per la decarbonizzazione dei nostri asset e per la transizione e sicurezza energetica, stabilendo un’alleanza significativa e duratura con il mondo accademico e della ricerca” ha commentato Luca Dal Fabbro, Presidente di Iren.

Scopri i limiti e le opportunità dell'Economia Circolare! Scarica il nostro  approfondimento gratuito!

I driver e le azioni strategiche della sinergia tra Iren e PoliTo

Ingegneria, architettura, design: gli ambiti sui quali si concentrerà il lavoro sono svariati e interdisciplinari. Potenziando, inoltre, la partecipazione congiunta a bandi e programmi di ricerca nazionali e internazionali, la partnership si concretizzerà attraverso un percorso strutturato, fondato su: 

  • ricerca scientifica
  • sviluppo tecnologico
  • formazione 
  • internazionalizzazione, 

Supervisionato da un Comitato Guida e da un Comitato Tecnico di Coordinamento, il percorso prevede, dunque, la messa in campo delle eccellenze che caratterizzano le due realtà coinvolte: ricerca universitaria di alto livello per il Politecnico di Torino, innovazione tecnologica e di processo per Iren. 

“La collaborazione su tematiche di grande attualità come l’energia, le fonti rinnovabili e la mobilità sostenibile con una grande azienda del settore come Iren rappresenta una ulteriore spinta alla ricerca in questi settori”, ha sottolineato il Rettore del Politecnico Guido Saracco.

Molto impegno sarà profuso, poi, per l’alta formazione e la didattica, con la realizzazione di tesi e progetti di laurea, di conferenze e attività di tirocinio, la progettazione di Master universitari e con il finanziamento, da parte di Iren, di borse di studio e dottorati di ricerca.

In particolare, questo aspetto determina un elemento di continuità con una iniziativa già messa in campo nel corso del 2022: il progetto Iren Renewables Contest @Polito”, call per nuovi talenti, attraverso la quale l’azienda ha voluto sfidare giovani ingegneri a proporre soluzioni innovative sulle energie rinnovabili. 

La sinergia tra Politecnico e Iren non giunge dunque nuova, e sarà rafforzata anche da una vicinanza fisica, che si concretizzerà grazie all’insediamento della multiutility negli spazi dell’Energy Center del Politecnico.

Come sottolinea ancora il Rettore Saracco: “La condivisione di spazi fisici nel nostro Energy Center garantisce una effettiva collaborazione su iniziative di ricerca e di divulgazione, nelle quali il nostro Ateneo intende essere sempre più punto di riferimento per le realtà del nostro territorio, anche in chiave internazionale”.

CTA Economia Circolare 2022

Tags: Economia Circolare, Ambiente