Il futuro del settore idrico prende forma all’Idroscalo di Milano

gruppoCAP-centroricercaIdrico-Nonsoloambiente

Inaugurato il nuovo Centro Ricerche del gruppo CAP per l’innovazione e la sostenibilità idrica.

Il futuro del settore idrico? Sta già prendendo forma presso il Parco Idroscalo di Milano Salazzurra: qui, lo scorso 28 settembre è stato inaugurato il nuovo Centro Ricerche del Gruppo CAP. Il gestore del servizio idrico meneghino ha trasferito qui i suoi laboratori di analisi andando a creare un'area di studi e lavoro a libera disposizione di Università, centri di ricerca e anche start-up con l’obiettivo di sviluppare innovazioni e tecnologie a servizio del comparto idrico e della sua sostenibilità.

Con il sostegno di Fondazione Cariplo, il Gruppo CAP ha dedicato infatti uno spazio alle giovani start-up coinvolte nello studio di progetti finalizzati allo sviluppo di un'economia circolare, al fine di migliorare l’impatto ambientale delle attività di settore.

La cerimonia di inaugurazione è stata presieduta dal Presidente del gruppo CAP Alessandro Russo, il quale ha dichiarato: “Gruppo CAP è un’azienda pubblica che ha fatto dell’innovazione e della ricerca scientifica coniugate alla sostenibilità ambientale uno dei suoi tratti distintivi, e Salazzurra è il luogo dove il lavoro di tutti questi anni prende forma e si concretizza: un polo di ricerca sulle nuove tecnologie legate all’acqua e all’ambiente dove metteremo al centro le nuove generazioni di innovatori, dando loro l’opportunità di mettere a frutto le loro idee nel settore idrico e ambientale”.

La tua azienda opera nel settore idrico? Scopri Schemi idrici 4.0!

L'obiettivo è quello di creare un intreccio di rapporti di collaborazione tra pubblico e privato per affrontare con maggiore efficienza i cambiamenti ai quali il futuro del settore idrico ci sta mettendo di fronte, creando un collegamento tra i mercati globali e le giovani realtà imprenditoriali che, oltre a poter usufruire delle strutture e dei laboratori di Gruppo CAP, potranno disporre anche del bagaglio di competenza e del know-how che il gruppo ha accumulato nel corso della propria esistenza.

Dopo l’inaugurazione, le attività hanno preso il via: alcuni progetti di ricerca sono infatti già in corso e prevedono la collaborazione con istituti quali l'Università degli Studi di Pavia e il Politecnico di Milano, mentre molti altri sono in fase di avviamento.

Gli spazi di Salazzurra saranno inoltre messi a disposizione di visitatori e scuole. Le visite guidate porteranno studenti e cittadini alla scoperta dei processi di analisi che regolarmente vengono effettuati sui campioni delle acque potabili: annualmente vengono analizzati oltre 26.000 campioni per determinare quasi 750.000 parametri chimici e microbiologici.

Partecipa al business format "Schemi idrici 4.0: confrontarsi per innovare"! 

Tags: Acqua