<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

Packaging sostenibile: da Conai 200mila euro ai migliori imballaggi

packaging sostenibile - Nonsoloambiente

Ridurre i rifiuti puntando sulla prevenzione: questo l'obiettivo della seconda edizione del bando Conai per individuare le migliori soluzioni di packaging sostenibile immesse sul mercato tra il 2013 e il 2014.

Ogni volta che facciamo la spesa, acquistiamo beni destinati a finire direttamente tra i rifiuti. Il riferimento non è agli scarti alimentari o allo spreco di cibo in questo caso, ma agli imballaggi: contenitori e confezioni che paghiamo, soltanto per gettarle nei contenitori della raccolta differenziata o, peggio, in quelli degli scarti non recuperabili.

Nella produzione dei rifiuti urbani, gli imballaggi giocano un ruolo determinante, soprattutto perché sono ancora molte le confezioni non strettamente necessarie e quelle che, per via dei materiali e dei processi di lavorazione, non possono essere recuperate. Ridurre questo impatto è proprio l'obiettivo principale del "Bando Conai per la prevenzione – Valorizzare la sostenibilità ambientale degli imballaggi", giunto alla sua seconda edizione.

Quanto gli italiani sono preparati sulla raccolta differenziata? Scopri i risultati del sondaggio 2019 con focus sulla plastica!

Attraverso questa iniziativa, il consorzio ha scelto di premiare le aziende produttrici e utilizzatrici di imballaggi che, nel corso del 2013 e del 2014, si sono impegnate a immettere sul mercato le soluzioni di packaging più sostenibili e innovative. In palio 200mila euro, dei quali 60mila destinati ai sei casi più virtuosi.

La selezione avviene in seguito all'auto-candidatura delle aziende partecipanti, da presentare entro il 31 luglio 2015 utilizzando l'apposito modulo scaricabile dal sito web del Conai. I miglioramenti ottenuti devono chiaramente dimostrabili e devono interessare uno o più dei seguenti ambiti: riutilizzo, risparmio di materia prima, ottimizzazione della logistica, facilitazione delle attività di riciclo, utilizzo di materie provenienti da riciclo, semplificazione del sistema imballo e ottimizzazione dei processi produttivi.

Le proposte verranno analizzate tramite lo strumento Eco Tool di Conai, il quale permette di calcolare, attraverso un'analisi LCA semplificata, gli effetti delle azioni di prevenzione attuate dalle aziende sui propri imballaggi attraverso una comparazione prima-dopo in termini di risparmio energetico, idrico e di riduzione delle emissioni di CO2.

Già in occasione della prima edizione del bando, questo sistema di verifiche ha permesso di raccogliere dati concreti relativi all'impatto ambientale e ai miglioramenti messi in campo grazie alla maggiore sostenibilità degli imballaggi: alla prima edizione del bando sono state premiate 36 iniziative, che hanno portato ad un miglioramento rilevante dell'impatto ambientale del packaging: una riduzione delle emissioni di CO2 equivalenti pari al 34,5%, un risparmio dei consumi di energia del 36,3% e una diminuzione dell'utilizzo di acqua del 36,2%.

Scarica l'abstract del sondaggio:  "Gli italiani e la raccolta differenziata"

Tags: Rifiuti