<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

Decreto Clima: una ventata d’aria pulita sul suolo italiano?

decreto-clima 2020

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale lo scorso 14 ottobre, il discusso Decreto Clima è ormai entrato in vigore: è il primo passo per la realizzazione del cosiddetto "Green New Deal" voluto dal Governo Conte. Al via nuovi incentivi green per sensibilizzare il Paese.

Il decreto clima è diventato realtà, il Governo italiano ha stanziato fondi per l’attuazione del Green New Deal, in totale 450 milioni di Euro in 3 anni che saranno destinati a iniziative volte al benessere ambientale. L’ obiettivo finale del decreto è la promozione della cultura del rispetto ambientale, perseguita attraverso l’attuazione di provvedimenti atti a limitare comportamenti altamente impattanti sull'ecosistema, a migliorare la qualità della vita dei cittadini italiani e incentivare la nascita di proposte e iniziative di stampo “green”.

Pensati nel segno di un comune denominatore quale la salute ambientale e il clima, i provvedimenti che saranno attuati con l’approvazione del Decreto Clima andranno ad agire trasversalmente in diversi settori e ambiti.

Ecco in particolare le più rilevanti novità introdotte:

Mobilità: introdotto il Bonus Mobilità Verde, un incentivo per la rottamazione dei veicoli inquinanti di proprietà degli italiani residenti nei Comuni che hanno superato i limiti di emissioni imposti dalle normative europee. Si parla quindi dei Comuni di Lazio, Liguria, Lombardia, Molise, Piemonte, Sicilia, Toscana e Veneto. Per il Bonus Mobilità Verde sono stati stanziati in totale 255 milioni di Euro che verranno così suddivisi:

  • un incentivo massimo di 500€ per la rottamazione di un motociclo Euro 2 o Euro 3, con motori a 2 tempi;
  • un incentivo massimo di 1500€ per la rottamazione di un’automobile fino all'Euro 3.

Il bonus sarà spendibile entro tre anni dall'erogazione e non potrà essere utilizzato per l’acquisto di un veicolo sostitutivo, bensì per abbonamenti ai trasporti pubblici o per biciclette, anche elettriche. Sempre in tema di mobilità, 40 milioni di Euro saranno dedicati alla realizzazione di nuove corsie preferenziali per il trasporto pubblico, nonché all'adeguamento secondo norma, al prolungamento e all'ammodernamento dei tratti già esistenti. Altri 20 milioni di Euro saranno invece destinati al miglioramento del trasporto pubblico scolastico, per gli alunni delle scuole elementari e medie, in particolare per l’introduzione di mezzi ibridi o elettrici.

Vuoi conoscere le soluzioni innovative trovate dalle aziende per combattere il  cambiamento climatico? Scarica gratuitamente il nostro ebook!

Riforestazione urbana: 30 milioni di euro saranno destinati a un programma sperimentale che prevede la piantumazione e il reimpianto di alberi per la creazione di “foreste” nelle zone urbane e periferiche delle grandi città. Parte del budget è destinato alla bonifica di discariche abusive e alla gestione della depurazione delle acque.

Vendita di prodotti sfusi: 20 milioni di Euro sono la cifra stanziata per incentivare i commercianti che decideranno di realizzare, all'interno dei propri negozi, delle aree destinate alla vendita di prodotti sfusi e alla spina, in particolare alimenti e detergenti. I commercianti che vorranno aderire a questo progetto potranno beneficiare di un contributo statale fino a 5000€.

Come di consueto non potevano mancare le critiche, anche contrastanti, all'iniziativa del Governo. Se da un lato è giunto il malcontento di Confindustria che lamenta un mancato confronto con il Governo sulle nuove norme attuate, dall'altra sponda a mostrare disappunto sono gli ambientalisti, secondo i quali quanto sancito dal Decreto Clima non è abbastanza, e non basterà per contrastare il cambiamento climatico.

Comunica su Nonsoloambiente.it le iniziative della tua azienda volte a  contrastare i cambiamenti climatici!

Tags: cambiamenti climatici