<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

Usa: piano Biden sul clima, cosa prevede la manovra da 430 miliardi

USA PIANO BIDEN SUL CLIMA, COSA PREVEDE LA MANOVRA DA 430 MILIARDI

Parte di un pacchetto per ridurre l’inflazione e tassare i business miliardari, prevede investimenti per azzerare le emissioni USA entro il 2050.

Ad agosto, il Congresso degli Stati Uniti ha approvato il pacchetto sul clima da 430 miliardi di dollari (419 miliardi di euro) promosso da Joe Biden e dai Democratici del Congresso, assicurando che gran parte del pacchetto finanziario da 700 miliardi di dollari, noto come Inflation Reduction Act, sia destinato a obiettivi climatici e ambientali. L'Inflation Reduction Act, nonostante il nome, non dovrebbe essere efficace contro i prezzi nel breve periodo, ma si concentra su una profonda e fondamentale trasformazione dell'economia e delle infrastrutture statunitensi.

Il disegno di legge aumenta i poteri dell'Internal Revenue Service (agenzia nazionale statunitense per la riscossione dei tributi) per incrementare l'applicazione delle tasse sui business miliardari, e stabilisce che le spese per le infrastrutture smart e verdi potranno essere finanziate da una tassa del 15% sulle società che realizzano profitti annuali superiori a 1 miliardo, e da una tassa dell'1% sulle società che riacquistano le proprie azioni, una misura ritenuta "contro la speculazione finanziaria". Inoltre, la legge fissa l'ambizioso obiettivo per gli Stati Uniti di raggiungere un'economia al 100% di energia pulita e di azzerare le emissioni entro il 2050, promuovendo investimenti infrastrutturali intelligenti e incentivando la rapida diffusione delle innovazioni in materia di energia pulita in tutta l'economia, "soprattutto nelle comunità più colpite dal cambiamento climatico". 

Scopri di più sull'Europa a impatto zero! Scarica il nostro approfondimento  gratuito!!!

Diverse analisi (come questa del Rhodium Group) hanno stimato che la legge potrebbe portare gli Stati Uniti a ridurre le emissioni del 31-44% rispetto ai livelli del 2005 entro il 2030, rispetto a una riduzione del 24-35% senza la legislazione. Nel dettaglio, alcune delle manovre già specificate dal pacchetto e dai successivi atti del Congresso:

  • Sanzioni per disincentivare l’uso del metano: 900 dollari per tonnellata metrica di emissioni di metano che superano i limiti federali nel 2024, che salgono a 1.500 dollari per tonnellata metrica nel 2026.
  • Credito d'imposta per la cattura e lo stoccaggio del carbonio: 85 dollari per tonnellata metrica, da 50 dollari 30 miliardi di dollari per pannelli solari, turbine eoliche, batterie, impianti geotermici e reattori nucleari avanzati, comprendendo crediti d'imposta di durata pari a 10 anni.
  • Sostituzione dei crediti a breve termine per l'eolico e il solare con uno stanziamento di 27 miliardi di dollari per la "banca verde" a sostegno di progetti di energia pulita, in particolare nelle comunità svantaggiate.
  • 20 miliardi di dollari per ridurre le emissioni nel settore agricolo.
  • 9 miliardi di dollari in rimborsi per gli americani che acquistano e riadattano le case con elettrodomestici ad alta efficienza energetica.
  • 60 miliardi di dollari per sostenere le comunità a basso reddito e le comunità BIPOC (“nere, indigene e di colore”) comprese le sovvenzioni per la tecnologia e i veicoli a emissioni zero, la mitigazione dell'inquinamento autostradale, i depositi di autobus e altre infrastrutture situate vicino alle comunità svantaggiate.
  • 10 miliardi di dollari in crediti d'imposta sugli investimenti per la costruzione di impianti di produzione di veicoli elettrici e di tecnologie per le energie rinnovabili.

Credito d'imposta fino a 7.500 dollari per l'acquisto di nuovi veicoli puliti e, per la prima volta, un credito di 4.000 dollari per i veicoli elettrici usati per le famiglie con un reddito massimo di 150.000 dollari all'anno.

New call-to-action

Tags: Cambiamenti Climatici, Ambiente