<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

UE, approvato il pacchetto di misure anti CO2 per le auto

UE politiche anti CO2 - Nonsoloambiente 

Il Consiglio UE ha recentemente approvato un pacchetto di norme per limitare le emissioni di CO2 prodotte dalla mobilità stradale.

Emissioni: cause concorrenti al surriscaldamento globale e responsabili del sopraggiungere di malattie letali, nonché dilaganti. Occorre limitarle drasticamente e proprio in questo senso va il pacchetto di misure approvato in via definitiva dal Consiglio UE lo scorso 15 aprile.  L'intento delle norme è fare in modo che, dal 2030, le auto generino in media emissioni di CO2 inferiori del 37,5% rispetto ai livelli del 2021. Per quel che riguarda i furgoni, il target è fissato per il 31% rispetto ai livelli del 2021.

Tra il 2025 e il 2029, inoltre, autovetture e furgoni dovranno generare emissioni di CO2 inferiori del 15%. L'impegno di riduzione delle emissioni sarà distribuito tra i costruttori sulla base della massa media del loro parco automobilistico. La Commissione aveva presentato la proposta di un nuovo regolamento nel novembre 2017, nel quadro del terzo pacchetto sulla mobilità pulita. Il Parlamento europeo ha adottato, successivamente, la propria posizione il 3 ottobre 2018. Il Consiglio si è accordato su una posizione comune il 9 ottobre 2018, mentre nei giorni scorsi l'ha approvata in via definitiva senza discussione.

Quali sono le ultime norme e decreti in campo ambientale? Scoprilo scaricando  l'ebook gratuito!

E' stata bocciata, dunque, l'ambiziosa proposta presentata a suo tempo dalla Commissione Ambiente, con l'obiettivo di porre standard di riduzione al 45%. Nonostante ciò, secondo il Consiglio si tratta di "un altro passo avanti per raggiungere gli obiettivi in materia di clima e garantendo che i costruttori di automobili contribuiscano agli sforzi di riduzione delle emissioni di gas a effetto serra".

"Oggi è una giornata importante nel percorso intrapreso con convinzione, dal nostro Paese e dall'Europa, di lotta ai cambiamenti climatici [...]” ha commentato, inoltre, il Ministro dell'Ambiente Sergio Costa al termine della votazione. “Siamo soddisfatti del contributo fondamentale dato dall'Italia, che si è impegnata fortemente affinché venissero messi nero su bianco obiettivi più ambiziosi”.

Il pacchetto di norme sarà sufficiente a fare la differenza in un settore problematico come quello della mobilità? Nell'odierno e poco confortante quadro generale, il settore dei trasporti è responsabile del 30% delle emissioni totali di CO2 in Europa, di cui il 72% viene prodotto dal solo trasporto stradale.

Scarica l'ebook: Aggiornamenti normativi in Italia in ambito ambientale

Tags: Diritto e Legislazione