<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

Torna Earth Hour ma sul digitale: l’ora di buio dedicata alla salute del Pianeta

 

Foto evento earth hour

Monumenti e abitazioni al buio in occasione dell’Earth Hour, l’evento mondiale promosso dal WWF il prossimo 28 marzo.

Spegnere le luci per regalarci un’ora di buio in più e salvaguardare il pianeta. L’iniziativa mondiale prevista per il prossimo 28 marzo si chiama Earth Hour, ovvero Ora della Terra, ed è promossa dal WWF: dalle 20:30 alle 21:30 le principali città del mondo spegneranno le luci di monumenti e luoghi simbolo.

Dalla prima edizione del 2007, che ha coinvolto la sola città di Sidney, la grande ola di buio si è rapidamente propagata in ogni angolo del mondo, lasciando al buio piazze, strade e monumenti simbolo come il Colosseo, Piazza Navona, il Cristo Redentore di Rio, la Torre Eiffel, Il Ponte sul Bosforo e tanti altri luoghi simbolo, per manifestare insieme contro i cambiamenti climatici.

Lo scorso anno, spiega il Wwf, l'Earth Hour ha coinvolto sei milioni di persone, mentre sono stati 18.000 i monumenti tra i più importanti al mondo a restare al buio per un'ora. Obiettivo della manifestazione mondiale è dimostrare, attraverso un gesto simbolico, un impegno concreto per la salute del pianeta.

 

Vuoi saper di più sul Green deal europeo e sugli obiettivi di  decarbonizzazione 2050? Scarica gratuitamente il nostro ebook!

 

"Il tasso globale di perdita della natura a cui abbiamo assistito negli ultimi 50 anni non ha precedenti nella storia dell'umanità, in relazione alla minaccia per le vite e il benessere umani - ha detto Marco Lambertini, Direttore Generale del WWF International-. Si stima che i servizi forniti dalla natura valgano 125.000 miliardi di dollari l'anno (il doppio del PIL mondiale) e senza queste risorse naturali, le imprese e i servizi da cui dipendiamo falliranno. La natura ci avvantaggia anche fornendoci cibo, acqua e aria pulita, ed è uno dei nostri più forti alleati contro il cambiamento climatico”.

Milioni di persone in tutto il mondo sono invitate a prendere parte agli eventi realizzati in occasione di Earth Hour 2020, e a partecipare alla raccolta firme online “Voice for the Planet”, per unire le voci di tutti in un unico grido per salvare il pianeta. Questa raccolta firme, infatti, sarà poi presentata ai leader mondiali in occasione di forum globali come l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite per contribuire ad assicurare un New Deal for Nature and People, che sappia affrontare la perdita della natura, invertire il declino ambientale, e salvaguardare il nostro futuro.

Quest'anno, l'appuntamento Earth Hour cade in piena emergenza sanitaria, pertanto -come avvenuto per molte attività e iniziative- si trasformerà in un evento digitale. Si partirà dai canali web e social di Wwf Italia e accanto agli hashtag #EartHour #UnOraPerItalia si aggiunge per l'occasione #Connect2Earth: saranno trasmesse foto e video degli spegnimenti dei luoghi simbolo delle principali città del mondo.

Comunica su Nonsoloambiente.it le iniziative della tua azienda volte a  contrastare i cambiamenti climatici!

Tags: cambiamenti climatici