<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

Time for Nature, la Giornata Mondiale dell'Ambiente invoca tempo per la natura

giornata ambiente

5 giugno, Giornata Mondiale dell'Ambiente. Quest'anno il tema delle celebrazioni, che si terranno online al motto di “Time for Nature”, è la drammatica perdita di biodiversità presente sul pianeta.

Ambiente: auspicabile metterlo ogni giorno al centro delle scelte di individui e collettività, doveroso celebrarlo nella giornata ad esso dedicata. E così il 5 giugno, anche nel 2020 torna la Giornata Mondiale dell'Ambiente, per accendere ancora una volta i riflettori sulle troppe criticità che lo riguardano. Il focus di quest'anno è il drammatico declino della biodiversità presente sul pianeta. Una vera e propria ecatombe, con circa un milione di specie viventi minacciate di estinzione.

Biodiversità in pericolo

Non a caso la comunità scientifica parla di Sesta Estinzione di Massa: la progressiva scomparsa della biodiversità è una strage che compromette interi ecosistemi a suon di consumo di suolo, cambiamenti climatici, deforestazione, inquinamento, agricoltura intensiva e altri fattori, per lo più antropici. Un recente studio, pubblicato sulla rivista scientifica "Proceedings of the National Academy of Sciences", rivela che le attività umane nei più importanti hot-spot di biodiversità del pianeta stanno portando oltre 500 specie di vertebrati terrestri sull'orlo dell’estinzione. Si calcola che, nei prossimi 10 anni, una specie su quattro attualmente conosciute potrebbero essere scomparse dal pianeta.

Time for nature

Il motto della Giornata Mondiale dell'Ambiente 2020 è “Time for Nature”. Quest'anno più che mai, le Nazioni Unite ritengono che sia il momento di ricavare del tempo dal dedicare alla natura. Si legge sul sito dedicato alla ricorrenza: “Eventi recenti, dagli incendi in Brasile, negli Stati Uniti e in Australia, all'infestazione di locuste nell'Africa Orientale- e ora, la pandemia globale- dimostra l'interdipendenza tra gli esseri umani e gli ecosistemi in cui essi sono inseriti. L'emergenza del COVID-19 ha sottolineato il fatto che, quando distruggiamo la biodiversità, distruggiamo il sistema che supporta la vita umana […]. Circa il 75% della totalità delle malattie infettive emergenti è zoonotico, cioè trasmesso alle persone dagli animali. La natura ci sta mandando un messaggio”.

Vuoi sapere quali sono i 6 obiettivi UE per il 2020 sulla biodiversità? Scarica  gratuitamente il nostro ebook!

 

Giornata Mondiale dell'Ambiente, le origini

La Giornata Mondiale dell'Ambiente (World Environment Day o WED) fu proclamata nel 1972 dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite per l'Ambiente per attrarre l'attenzione dei decisori e dell'opinione pubblica sulle problematiche ambientali in crescita. Celebrata per la prima volta nel 1974 con lo slogan “Only One Earth” (una sola Terra), ricorre ogni anno il 5 giugno con eventi in tutto il mondo.

Le celebrazioni 2020

La pandemia ha costretto interi Paesi all'isolamento, riducendo gli eventi della Giornata Mondiale dell'Ambiente a celebrazioni online. Le Nazioni Unite hanno redatto una serie di linee guida per meeting e webinair che sfruttano le piattaforme social, invitano alla condivisione utilizzando gli hashtag #WED e #fornature, o esortano alla semplice riflessione sul tema individuando comportamenti virtuosi da adottare nel quotidiano.

Scarica l'ebook "Comunicare un brand green: 3 iniziative di marketing per gli  animali a rischio di estinzione" 

Tags: Biodiversità