<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

Riconoscere l'offerta turistica sostenibile: nasce The Green Italian Hospitality

356ecf74a889b7f7265d645375aae6ce

A fronte di una crescente attenzione dei turisti alla sostenibilità delle strutture ricettive, nell'ambito di SANA a Bologna, è stato presentato il progetto “The Green Italian Hospitality” rivolto alle strutture alberghiere che adottano buone pratiche in campo ambientale.

Settembre, mese di buoni propositi e di bilanci. Non si sottrae all'esame il settore dell'ospitalità che, reduce dal tradizionale picco estivo, può tirare le fila sulle tendenze, le richieste e i comportamenti di turisti che, in viaggio, rivelano una sempre crescente attenzione alle buone pratiche eco-sostenibili messe in atto dalle strutture ricettive. Per far fonte a questa domanda, la gamma di opportunità negli ultimi tempi si è ampliata considerevolmente e l'attenzione all'ambiente è diventata un valore aggiunto largamente comunicato.

In questo panorama in continua evoluzione, è stato presentato lo scorso 17 settembre presso il SANA- Salone Internazionale del Biologico e del Naturale di Bologna il progetto “The Green Italian Hospitality”, ideato su misura delle medio-piccole imprese turistiche italiane, che possono affiliarsi ed entrate a far parte della rete. Fulcro dell'iniziativa sono due certificazioni, Green Key e Mood&Food, patrocinate da FEE International (Foundation for Environmental Education) e FederBio (Federazione italiana agricoltura biologica e biodinamica).

Quali caratteristiche deve avere una struttura turistica sostenibile? Scoprilo  scaricando il nostro approfondimento!

Si tratta di percorsi specifici basati sull'adozione di disciplinari ben precisi e stabiliti a livello internazionale, che intendono rendere le strutture ricettive green immediatamente riconoscibili agli occhi dei viaggiatori. 

Gestione ambientale, acqua, lavaggio e pulizia, gestione dei rifiuti, energia elettrica, selezione dei fornitori, partecipazione attiva del personale, puntale comunicazione ai clienti; e ancora alimenti biologici, cosmetici biologici e naturali, gestione ragionata del verde ornamentale e sportivo: queste le rispettive voci di competenza dei due disciplinari, che promettono agli avventori un'esperienza all'insegna della sostenibilità a 360 gradi.


The Green Italian Hospitality è un progetto sviluppato in Italia da Ospita, network di servizi per il settore turistico alberghiero, in collaborazione con Bioqualità SG, società di consulenza per la certificazione, con specializzazione nel settore del biologico e dell'agroalimentare.

Uno strumento orientativo in più, dunque, per quella fetta di turisti in costante crescita per cui muoversi a basso impatto costituisce un'esigenza reale. Come rivela l'ultimo Rapporto della Fondazione Univerde “Italiani, turismo sostenibile e ecoturismo”, fare scelte che non danneggino l’ambiente è diventata recentemente una necessità per il 53% degli intervistati, mentre il 48% delle persone dichiara di essere disposto a pagare fino al 20% in più per una vacanza sostenibile che, in quest'ottica, diventa un'ulteriore opportunità di affermare il proprio ruolo di consumatori responsabili.

Scarica l'infografica sulla sostenibilità nel turismo in Italia!

Tags: Turismo, Sostenibilità