<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

Premio Bilancio Sociale 2015: contro la crisi vince la sostenibilità

premio bilancio sociale 2015 - nonsoloambiente

Le aziende, la loro esperienza e la rendicontazione di sostenibilità come leva di business. Salvatore Ferragamo e Gruppo CMS vincono la seconda edizione del Premio Bilancio Sociale 2015.

Trasparenza, rispetto, attendibilità e sostenibilità come fattori di profitto per competere, reagire e ripartire dopo una crisi posizionando la ripresa su valori capaci di generare una redditività sana, solida e a lungo termine.

“Nuove strategie contro la crisi, perché la sostenibilità conviene” è il tema della seconda edizione del Premio Bilancio Sociale, organizzato da Biblioteca Bilancio Sociale, primo centro di divulgazione di rendicontazione sociale, in collaborazione con Aretè, con l’obiettivo di premiare le aziende che documentano e qualificano la trasparenza e la sostenibilità delle imprese.

Vuoi scoprire di più sulle imprese e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile?  Scarica gratuitamente l'abstract del nostro eBook!

Nell’ottica della promozione del confronto stabile tra aziende e le istituzioni che seguono e guidano in termini normativi l’economia sostenibile, Acque SpA, Gruppo CMS, Tellure Rota, Credito Valtellinese, Feralpi, Finmeccanica Gitech, Gruppo Hera, Kellogs, Reale Mutua, Salvatore Ferragamo e Wind, divise nelle due categorie grandi imprese e PMI, hanno raccontato a Milano presso la sede FAI - Fondo Ambiente Italiano, i rispettivi aspetti chiave della rendicontazione non finanziaria.

La responsabilità sociale e ambientale è diventata parte integrante del core business di queste aziende, entrando nei consigli di amministrazione, inserita in via stabile e continuativa tra i parametri decisionali.

A vincere il riconoscimento, rispettivamente nella categoria grandi imprese e PMI, la Salvatore Ferragamo e il Gruppo CMS, due aziende che si sono distinte per i loro risultati in campo sociale e ambientale ed hanno sottolineato la propria attività in modo chiaro e trasparente all’interno del proprio bilancio sociale.

L’una rappresentando un pioniere assoluto nel settore moda, l’altra configurandosi come una realtà fortemente caratterizzata e orientata sui valori etici e sostenibili, che pubblica il proprio bilancio sociale dal 2008 nonostante non sia coinvolta nella nuova normativa comunitaria, che non impone la rendicontazione non finanziaria delle imprese sotto i 500 dipendenti.

Scarica l'ebook gratuito: Come rendicontare la sostenibilità d'impresa!

Tags: CSR & Imprese Sostenibili