<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

FA' LA COSA GIUSTA! 11ª fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili

Fà-la-cosa-giusta-11-fiera-del-consumo-critico-e-degli-stili-di-vita-sostenibili

I padiglioni 2 e 4 di Fieramilanocity a Milano hanno esposto 700 espositori proponendo idee, servizi e prodotti per migliorare la qualità della nostra vita e renderla più sostenibile sia dal punto di vista ambientale sia da quello economico: alimentazione biologica, biodinamica o a filiera corta, turismo sostenibile, moda etica, arredamento in materiale riciclato, auto e scooter elettrici, prodotti equosolidali e per l’infanzia e molto altro.

Il programma culturale di Fà la cosa giusta! con 300 laboratori, incontri e spettacoli, hanno permesso di conoscere nuovi progetti sociali, approfondire su tematiche ambientali.

Fà la cosa giusta! 2014 è stata divisa in 12 sezioni tematiche:

  • Mangia come parli
  • Il pianeta dei piccoli
  • Abitare green
  • Critical fashion
  • Sprigioniamoci! – Economia carceraria
  • Cosmesi naturale e biologica
  • Turismo consapevole
  • Mobilità sostenibile
  • Servizi per la sostenibilità
  • Pace e partecipazione
  • Commercio equo e solidale
  • Editoria e prodotti culturali

Tre gli spazi speciali:

  • Green Makers – Innovazione sostenibile
  • Eco Wedding
  • Street Food

Uno dei temi principali dell’edizione 2014 è stata l’alimentazione sostenibile, declinata nei temi della lotta agli sprechi alimentari e della riscoperta dei prodotti della tradizione popolare. Gli oltre 140 espositori della sezione Mangia come parli, hanno presentato prodotti da agricoltura biologica e biodinamica, a filiera corta, frutta, verdura e grani antichi.

Gli amanti della tradizione culinaria popolare hanno potuto riassaporarla all’interno della “Locanda di Fà la cosa giusta”, attraverso, lezioni di cucina, laboratori, incontri. È stato possibile anche assaggiare sfiziosi piatti “cotti al momento” nell’area street food, con particolare attenzione al mondo vegano e vegetariano, con degustazioni, laboratori e incontri a tema.

Vuoi scoprire di più sulle imprese e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile?  Scarica gratuitamente l'abstract del nostro eBook!

Una delle novità è stata invece l’area Green Makers, dedicata alle tecnologie digitali applicate alla sostenibilità ambientale, all’autoproduzione e all’inclusione sociale. Dieci le realtà che sono state selezionate: idee, progetti, prototipi, servizi che contribuiscono allo sviluppo della dell’innovazione sostenibile. Presenti anche le stampanti 3D di Sharebot, pannelli solari per la ricarica dei prodotti elettronici, di JOS Technology, laboratori per imparare ad utilizzare stampanti 3D e laser cutter e per programmare con il software Arduino.

Confermato il Brasile come Paese Ospite di Fa la cosa giusta!, grazie alla presenza e al sostegno di SESI – Servicio Social da Industria – organizzazione parastatale brasiliana che promuove servizi sociali rivolti ai lavoratori dell’industria e ai loro familiari.

SESI ha presentato la campagna Don’t look away!, lanciata da ECPAT (End Child Prostitution Pornography and Trafficking) con lo scopo di sensibilizzare contro lo sfruttamento sessuale minorile.

Anche i più piccoli hanno avuto la possibilità di toccare con mano la sostenibilità: ne Il pianeta dei piccoli, si potevano vedere giochi, abbigliamento, accessori e servizi per essere sostenibili fin dalla più tenera età, come ad esempio giochi con materiale di recupero o legno.

La sezione Abitare Green ha presentato ai più di 2.000 visitatori mobili, oggetti di design e complementi d’arredo realizzati con materiali ecocompatibili, ma anche soluzioni per la pulizia della casa a basso impatto ambientale e prodotti green per la cura e l’alimentazione dei nostri amici a quattro zampe. Tra le novità nei mobili in legno della linea Stringimi design, di Bigmagna, quest’ultimi si possono assemblare utilizzando solo dei nastri. Per quanto riguarda invece la collezione Design185 di Elisa Radice gli oggetti in legno o in acrilico colorato si trasformano in orologi, lampade e idee originali per la casa.

La sezione Turismo consapevole dedicava gli stand a disposizione al “turismo slow” proponendo viaggi ed escursioni a piedi, in bicicletta, nel completo rispetto dell’ambiente e delle popolazioni locali.

Sempre in tema di viaggi e spostamenti l’area della Mobilità sostenibile ha raccolto tutte le proposte per muoversi a basso impatto ambientale, abbattendo emissioni di CO2 e polveri sottili e, allo stesso tempo, anche i costi e potendo circolare anche nelle aree a traffico limitato.

Le 3R di Fa la cosa giusta!: Risparmio, Riuso, Riciclo.

  • Gli arredi delle Piazze di Fa la cosa giusta! Sono stati realizzati in Eco-pallet di Palm, bancali in legno certificato provenienti da filiere corte.
  • Le 3R sono state applicate anche ai rifiuti. Fa la cosa giusta! È stata la prima fiera in Italia a rinunciare alla moquette, e sono stati vietati tutti i materiali usa e getta di plastica.
  • Le cartelle stampa sono state realizzate da Grafiche Ata con inchiostri a base di oli vegetali derivati da fonti rinnovabili.

Scarica l'ebook gratuito: Come rendicontare la sostenibilità d'impresa!

Tags: CSR & Imprese Sostenibili