<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

Bilancio di sostenibilità 2013 Carlsberg: oltre i numeri per una nuova cultura della sostenibilità.

bilancio-sostenibilità-2013-carlsberg-nonsoloambiente

Un’azienda sempre più attenta agli aspetti di sostenibilità ambientale, sociale ed economica: questo, in sintesi, il risultato che si evince dal bilancio di sostenibilità 2013 di Carlsberg.

Per Nonsoloambiente.it abbiamo intervistato Laura Marchini, Corporate Affairs manager Carlsberg Italia e coordinatrice del progetto “SustainaBEERity”.

Siamo alla terza edizione del bilancio di sostenibilità - dice Marchini - un progetto iniziato nel 2011 e che in questi anni è stato portato avanti nell’ottica del miglioramento continuo, forti anche del progetto DraughtMaster (l’ìnnovazione che ci ha permesso di sostituire i tradizionali fusti in acciaio con fusti in PET che non necessitano di anidride carbonica per la spillatura della birra) che ha rappresentato per noi un vero e proprio cambio di approccio e di mentalità.

Quello di Carlsberg non è un bilancio che si deve leggere solo nella dimensione dei parametri classici di sostenibilità che evidenziano, comunque, una costante ottimizzazione dei consumi energetici e idrici e un continuo contenimento delle emissioni.

Vuoi scoprire di più sulle imprese e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile?  Scarica gratuitamente l'abstract del nostro eBook!

Il progetto SustainaBEERity, infatti, non si limita alla semplice rendicontazione ma punta a creare una nuova cultura e una crescente attenzione verso la sostenibilità sia all’interno sia all’esterno dell’azienda.

In quest’ottica è stata particolarmente importante l’attività di stakeholder engagement svolta per l’edizione 2013 del bilancio. Un coinvolgimento diretto di clienti, fornitori e collaboratori che ci ha permesso di analizzare in modo approfondito il livello di sensibilità da parte dei vari soggetti verso queste tematiche.

Abbiamo così introdotto nella rendicontazione un modello innovativo di misurazione della reputazione legata alla responsabilità sociale (Social Responsability Reputation) che ci ha consentito la valutazione del reale percepito dell’azienda e che ha evidenziato come tutti gli stakeholders riconoscano in Carlsberg un punto di riferimento nel campo della sostenibilità”.

Il bilancio di sostenibilità Carlsberg è stato redatto con il supporto di B2 Axioma seguendo gli standard internazionali GRI-G3 e AA1000 e certificato da parte di LRQA Italy (LLoyd’s Register Quality Assurance) raggiungendo la classificazione A+.

Scarica l'ebook gratuito: Come rendicontare la sostenibilità d'impresa!

Tags: Sostenibilità, CSR & Imprese