<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

3 europei su 4 scelgono beni e servizi valutando l’impatto ambientale

3-europei-su-4-scelgono-beni-e-servizi-valutando-impatto-ambientale

Cittadini europei sempre più attenti all’ambiente durante i loro acquisti.

Questo è quanto emerge dalla "Classifica 2013 sui consumatori", pubblicata il 23 luglio dalla Commissione: quattro persone su dieci, pari ad una media Ue del 41% (contro il 29% del 2011), affermano di aver scelto beni e servizi sulla base del loro impatto ambientale nel corso del 2012.

L’Italia, con una percentuale del 43%, si posiziona al di sopra della media, anche se in testa alla classifica, con un 56%, troviamo la Grecia, seguita da Svezia (53%) e Austria (50%), mentre tra i paesi con una minore coscienza ecologista figurano Spagna (32%), Lituania (28%) ed Estonia (25%).

Cosa pensano gli italiani della sostenibilità? Scoprilo con l'ultimo  Osservatorio sulla sostenibilità!

Dato interessante è la correlazione che sembrerebbe esserci tra acquisti eco-responsabili e grado di istruzione: secondo quanto rivela la ‘Classifica 2013 sui consumatori’, solo il 30% delle persone che hanno lasciato la scuola prima dei 15 anni si rivela influenzato dall’impatto ambientale dei propri acquisti, percentuale che sale al 37% nel caso di un’educazione media e al 48% tra le persone con un’educazione superiore.

Inoltre sei su dieci consumatori responsabili utilizzano le etichette dei prodotti per valutare il loro impatto sull'ambiente, mentre gli annunci pubblicitari e le offerte giocano un ruolo relativamente più basso (35,7% dei consumatori).

Un risultato, questo, davvero soddisfacente anche se alcuni hanno sollevato delle obiezioni: i dati si basano infatti su un'autovalutazione del campione di intervistati.

Scarica l'eBook: 4 premi per la sostenibilità ambientale

Tags: Studi e ricerche