<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

SDGs e Unione europea: pubblicata la relazione annuale da parte dell’Eurostat

img monitoraggio 27

L'ufficio statistico dell'Unione europea, Eurostat, ha pubblicato il 23 maggio scorso il documento "Sviluppo sostenibile nell'Unione europea - Relazione di monitoraggio 2022 sui progressi compiuti verso il conseguimento degli SDGs nel contesto UE".

La relazione annuale dell’Eurostat: cos’è e a cosa serve

A partire dal 2017, l’Eurostat ogni anno pubblica una relazione sullo stato di avanzamento dei 17 SDGs, gli obiettivi di sviluppo sostenibile contemplati nell’Agenda 2030 e raggiunti dall’Unione europea negli ultimi cinque anni. In questo sforzo collettivo, gli obiettivi di sviluppo sostenibile rimangono la nostra bussola e il nostro metro per misurare il successo"- il commento di Paolo Gentiloni, Commissario europeo per gli affari economici e monetari". 

Scopri di più sull'Europa a impatto zero! Scarica il nostro approfondimento  gratuito!!!

I risultati migliori degli ultimi cinque anni

La relazione elaborata dall’Eurostat sottolinea come negli ultimi cinque anni il vecchio continente ha compiuto importanti progressi soltanto in merito a cinque SDGs. In particolare, l'Unione europea ha operato in maniera ottimale in relazione all’ SDGs 16 “Pace, giustizie e istituzioni forti” ossia nel campo della pace e della sicurezza delle persone all’interno del suo territorio, migliorando l'accesso alla giustizia e la fiducia nelle istituzioni. A tal proposito si segnala che la percentuale degli abitanti dell’UE che segnala reati, violenze e vandalismo è scesa dal 13,2 % nel 2015 al 10,9 % nel 2020. La percentuale, inoltre, della popolazione dell'UE che reputa il sistema giudiziario del proprio stato sufficientemente indipendente da altri poteri è aumentata di 4 punti percentuali dal 50 % al 54 %, tra il 2016 e il 2021. Risultati degni di nota sono stati conseguiti anche in relazione agli SDGs 1 “Riduzione della povertà e dell'esclusione sociale”, SDGs 8 “Lavoro dignitoso e crescita economica”, SDGs 9 “Imprese, innovazione e infrastrutture”, SDGs 7 “Energia pulita e accessibile”. In merito a tale ultimo SDGs preme evidenziare come il giudizio positivo sia dipeso da una notevole riduzione dei consumi energetici nel 2020 a causa delle limitazioni imposte dal Covid-19 in tutti i Paesi UE. Per quanto riguarda, invece, la diffusione delle energie rinnovabili questa sembrerebbe raddoppiata rispetto al 2005.

La protezione della biodiversità deve essere implementata

La protezione della biodiversità risulta essere un settore in cui l’Unione europea deve implementare politiche e programmi di difesa. In relazione all’SDGs 15 “La vita sulla terra” l’Eurostat ha riscontrato un leggero peggioramento dei dati rispetto a cinque anni fa.

New call-to-action

Tags: Rubriche, Monitoraggio Legislativo Ambientale