<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

Speciale Ecomondo: BREA presenta le opportunità di sviluppo delle rinnovabili in Bielorussia

Speciale-Ecomondo-BREA-presenta-le-opportunità-di-sviluppo-delle-rinnovabili-in-Bielorussia

In occasione di Ecomondo, un incontro con i rappresentati delle associazioni di categoria Bielorusse, per parlare delle prospettive di sviluppo delle energie rinnovabili in questo paese.

La Bielorussia si appresta a vivere un periodo di grande sviluppo nel settore della produzione di energia da fonti rinnovabili. Questo è quanto emerso lo scorso mercoledì 6 novembre ad Ecomondo (Rimini Fiera) in occasione della conferenza stampa internazionale di BREA (Belarusian Renewable Energy Association), l’associazione di riferimento sul territorio bielorusso per il settore delle energie rinnovabili.

L’evento, organizzato da Nonsoloambiente.it, ha offerto una panoramica aggiornata sulla diffusione delle energie rinnovabili in Bielorussia. Negli ultimi anni, questo mercato ha segnato una crescita considerevole, grazie anche alla progressiva semplificazione degli iter autorizzativi e alla politica di incentivi. In particolare, secondo i dati riportati dall’Energy Charter Secretariat, la Bielorussia offre un significativo potenziale di crescita per le biomasse agricole e forestali – attualmente già in fase di forte sviluppo - e un discreto potenziale nei settori idroelettrico, eolico e solare, che invece sono ancora poco diffusi.

Il programma governativo di sviluppo per i prossimi anni è ambizioso: l’obiettivo infatti è quello di passare dall’attuale quota di energia domestica e rinnovabile del 20-21% ad una percentuale del 28-30% entro il 2015 e del 32-34% entro il 2020. Per consentire questa espansione, sono ovviamente necessari grandi investimenti: al momento in Bielorussa sono già attive molte aziende straniere - in particolare tedesche e russe - ma gli spazi per nuovi progetti ed investitori sono in costante crescita.

In occasione dell’evento, se è parlato anche del progetto Capacity building, promosso da BREA e realizzato in collaborazione con MWH, società multinazionale di consulenza e ingegneria ambientale. L’obiettivo di questo progetto - finanziato dal Governo Italiano attraverso il Fondo dell’Iniziativa Centro Europea presso la BERS - Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo e avviato dalla stessa BERS – è quello di dare impulso al settore e attirare gli investimenti di capitali esteri.

Vuoi sapere quanto gli italiani sono informati sulle fonti rinnovabili? Clicca qui per scaricare l'abstract della ricerca

La conferenza stampa – moderata dal Direttore Editoriale di Nonsoloambiente.it Maria Grazia Persico – ha visto la partecipazione di Vladimir Nistiuk, Presidente di BREA (Associazione Bielorussa produttori di energia da fonti rinnovabili) e di Vladimir Kouzmitch, Managing Partner di ENECA (Società bielorussa associata a BREA), che hanno offerto una visione aggiornata sulle opportunità della Bielorussia come mercato per le energie rinnovabili. 

Elisabetta Dovier, Senior Executive Officer del Fondo dell’Iniziativa Centro Europea (InCE) ha parlato dei finanziamenti della BERS, in particolare di quelli rivolti ai paesi dell'Europa dell'est, mentre Camilla Spinazzi – Energy Project Engineer di MWH – ha illustrato il progetto Capacity building

Giorgio Simbolotti - Responsabile Strategie e Progetti Dipartimento Energie Rinnovabili di ENEA – ha presentato alcuni dati sul mercato dell'energia in Bielorussia e sulle prospettive di sviluppo per le FER. Infine, Giovanni Battista Zorzoli – Portavoce del Coordinamento FREE (Fonti Rinnovabili ed Efficienza Energetica) – ha auspicato la nascita di nuove collaborazioni tra le  associazioni di categoria italiane e quelle bielorusse.

Vladimir Nistiuk:

Vladimir Kouzmitch:

Giorgio Simbolotti:

 

Scarica l'ebook gratuito!  Strategia Energetica Nazionale, sfide e potenzialità dell'Italia verso il 2030

Tags: Rinnovabili, Energia