<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

Rinnovabili in crescita: previsto il sorpasso dei combustibili fossili entro il 2030

fotovoltaico 1 - nonsoloambiente

Secondo il rapporto pubblicato da Deutsche Bank, nei prossimi 15 anni il fotovoltaico diventerà la prima fonte energetica a livello mondiale.

Ottime notizie sul fronte delle rinnovabili: entro il 2030 il fotovoltaico supererà i combustibili fossili diventando la prima fonte energetica a livello mondiale. La previsione è contenuta nel nuovo rapporto Solar Outlook 2015 - pubblicato da Deutsche Bank a gennaio - interamente dedicato alle tendenze a breve termine del fotovoltaico.

In particolare, il team di esperti guidati da Vishal Shah prevede una crescita del settore di ben 10 volte, grazie all'ingresso di oltre 100 milioni di nuovi clienti e al raggiungimento del 10% del mercato elettrico. Parallelamente, secondo le stime dell'istituto tedesco, si registrerà un significativo incremento del fatturato relativo al comparto, che arriverà a toccare i 5.000 miliardi dollari nei prossimi 15 anni. Il dato è interessante se confrontato con i dati attuali, che vedono una produzione di soli 130 GW di energia da fonte solare, pari all'1% della produzione totale.

Vuoi sapere come comunicare le ultime ricerche della tua azienda nel settore  del fotovoltaico? Scarica gratuitamente il nostro ebook!

Se i risultati a breve termine sono incoraggianti, le previsioni fino al 2050 promettono un ulteriore passo in avanti, con una crescita triplicata e un tasso di penetrazione del 30%. Le proiezioni si basano sul fatto che attualmente il solare ha raggiunto la grid parity - ovvero il punto in cui l'energia elettrica prodotta a partire da fonti di energia alternative ha lo stesso prezzo dell'energia prodotta tramite fonti fossili - in oltre metà dei Paesi in cui è installato; entro 2 anni la percentuale dovrebbe salire all'80%.

Lo scenario è molto positivo se si pensa che solo quattro anni fa, il rapporto tra costo all'ingrosso dell'energia elettrica derivata dal carbone e costo del solare era di 7 a 1. Oggi, afferma Deutsche Bank, il rapporto è di 2 a 1 ed entro il 2017 potrà verosimilmente raggiungere l'1 a 1. In alcuni mercati, come Francia, Germania e Australia, questa proporzione è già una realtà e l'India potrebbe raggiungere l'obiettivo alla fine di quest'anno.

Scarica l'ebook gratuito:  Il futuro del fotovoltaico: sviluppi tecnologici e implicazioni per le aziende

Tags: fotovoltaico