<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

Rinnovabili: Fotovoltaico, Eolico e Idroelettrico registrano un +5% nel primo trimestre 2019

incremento rinnovabili italia - nonsoloambiente

Confermato il trend di sviluppo delle Rinnovabili: secondo l’osservatorio ANIE, nel primo trimestre 2019 c’è stato un incremento del 5% rispetto al 2018.

L’investimento sulle rinnovabili (anche nel nostro Paese) continua. Nel primo trimestre del 2019 le nuove installazioni di fotovoltaico, eolico e idroelettrico raggiungono complessivamente circa 145 MW (+5% rispetto al 2018). Il primo trimestre dell’anno registra anche un rallentamento della nuova capacità in esercizio rispetto al trimestre precedente. Questo è ciò che emerge dai dati diffusi da ANIE Rinnovabili.

Nello specifico, il fotovoltaico continua a crescere in termini di nuove installazioni: con i 39 MW del mese di marzo 2019 raggiunge complessivamente 105 MW (+18% rispetto allo stesso periodo del 2018). Parlando della tipologia di impianti, sono quelli residenziali ad avere il primato, costituendo il 59% della nuova potenza installata nel
2019. Le regioni che hanno registrato il maggior incremento in termini di potenza sono Abruzzo, Basilicata, Calabria, Lazio (con 3 MW installati nel solo mese di marzo), Sardegna, Trentino-Alto Adige, mentre quelle con il maggior decremento sono Emilia-Romagna, Molise e Umbria.

Vuoi sapere quali sono le energie rinnovabili utilizzate per produrre energia  in Italia, e quali gli obiettivi per il 2030? Scarica il nostro ebook gratuito!   

Le regioni che hanno registrato il maggior incremento in termini di unità di produzione sono Abruzzo, Basilicata, Calabria e Friuli-Venezia Giulia, mentre quelle con il maggior decremento sono Emilia Romagna, Toscana e Veneto. Parlando, invece, di eolico, nel primo trimestre 2019 l’intero comparto raggiunge 31 MW (+24% rispetto allo stesso periodo del 2018). In calo, invece, il numero di unità di produzione connesse (-68% rispetto al 2018).

Per quanto riguarda la localizzazione geografica degli impianti, prevale il Sud Italia. Analizzando il mercato delle installazioni idroelettriche, ANIE rileva una quota di 9 MW nel 2019 (-64% rispetto al 2018). Da segnalare un incremento del 13% per le unità di produzione rispetto al primo trimestre del 2018.

Fronte negativo sulle bioenergie: a marzo, si è registrata l’attivazione di 4 impianti contestualmente alla riduzione di potenza per 15,9 MW dovuto alla disattivazione di un impianto da 16 MW in Emilia-Romagna. Si registra dunque una riduzione complessiva di 14 MW di potenza.

Il Piano nazionale integrato per l’energia ed il clima (PNIEC) fissa obiettivi ambiziosi da raggiungere entro il 2030. Per poterli raggiungere, c’è bisogno di un maggior contributo da parte dell’eolico, fotovoltaico ed idroelettrico in termini non solo di nuova capacità, ma anche di revamping/repowering. “Auspichiamo che la reintroduzione del super-ammortamento - scrive ANIE nel suo comunicato- e l’apertura delle procedure competitive del DM FER possano dare nei prossimi mesi nuovo slancio alle installazioni fotovoltaiche ed eoliche nel settore terziario ed industriale”

Scarica l'ebook gratuito!  Strategia Energetica Nazionale, sfide e potenzialità dell'Italia verso il 2030

Tags: rinnovabili