<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

Greenprint, la dieta vegetale

Le regole per un’alimentazione salutare e cruelty free

Prendete un barattolino di vetro con chiusura ermetica e mescolate insieme latte di mandorla e semi di chia: ecco l’inizio della preparazione di un gustoso budino salutare e soprattutto sostenibile.

Marco Borges, esperto di nutrizione e fisiologo dello sport, ci racconta nel suo libro “Greenprint – la dieta vegetale, trasforma il tuo corpo, migliora la tua salute, salva il pianeta” come le nostre scelte alimentari possano aiutare a diminuire l’impatto ambientale e a mantenere il nostro corpo in forma, senza rinunciare al piacere di mangiare.

Greenprint, spiega l’autore, è un programma costituito da 22 regoleche cerca di indirizzare le persone verso una dieta definita cruelty free, ossia senza sperimentazione sugli animali. Questo percorso si basa esclusivamente sull’assunzione di alimenti genuini, a Km 0 e vegetali, eliminando l’assunzione di  carne, pesce e derivati.

Tutto questo è utile – secondo la teoria di Marco Borges – per contrastare il riscaldamento globale, avvicinarsi a uno stile di vita sostenibile e migliorare la propria salute. Vivere in un ambiente più pulito, curato e rispettato infatti, incrementa lo status di benessere di tutta la popolazione mondiale.

L’ambiente è dove tutti ci incontriamo, dove tutti abbiamo un interesse comune: è l’unica cosa che tutti noi condividiamoLady Bird Johnson.

Il libro è strutturato in due parti, la prima didascalica con la presentazione delle “22 regole dell’impronta verde” e la seconda più illustrativa e pratica con le ricette da provare; in questo modo il lettore viene coinvolto in un percorso diviso per tappe. Infatti, come sostiene Marco Borges, il tragitto per arrivare ad essere una “persona greenprint” a pieno regime è lungo e non così banale: si mette in atto un vero e proprio cambiamento delle proprie abitudini.

Dopo una prima fase graduale - che prevede un solo pasto al giorno a base di vegetali per undici giorni e la riduzione di uno o due gruppi di alimenti di derivazione animale - si può passare ad incrementare il consumo di “alimenti green” ovvero più sostenibili e con un basso impatto ambientale. Superato lo scoglio di questo primo step, diventa più semplice eliminare completamente il consumo di carni e derivati.

L’autore aiuta e supporta chi è intenzionato a seguire tale regime proponendo un piano di alimentazione per una dieta greenprint a pieno regime in 44 giorni.

È importante tenere in considerazione l’equilibrio alimentare e l’apporto calorico che si deve mantenere pur seguendo questo programma. Marco Borges riassume in percentuali come si può ottenere una dieta equilibrata100% vegetale: il 50% del piatto preparato dovrebbe essere costituito da verdure; il 25% da proteine vegetali (fagioli e legumi con semi e frutta secca); il 15% da cereali cotti e la percentuale rimanente da grassi sani (olio d’oliva, olio di cocco, olio di sesamo).

Non ci resta, quindi, che sfogliare le preziose ricette illustrate da Marco Borges e scoprire nuovi piatti e sapori in un’ottica più sostenibile!

Per chi è interessato al budino con i semi di chia ecco la ricetta completa.

Ingredienti:

- 480 ml di latte di mandorla

- 80 gr di semi di chia

- 100 gr di mirtilli

- 150 gr di lamponi

- 100 gr di fragole

  • Nel barattolo di vetro con chiusura ermetica unire il latte di mandorla con i semi di chia; sigillare il contenitore e lasciarlo riposare una notte in frigorifero.
  • Il giorno successivo si devono prendere altri vasetti di vetro per riempirli alternando strati del budino ottenuto con strati di frutti di bosco.

Preparazione:

5 minuti (più 1 notte in ammollo).

greenprint-dieta-vegetale-marco-borges

Titolo: Greenprint - La dieta vegetale

Autore: Marco Borges

Editore: Mondadori Libri spa

Prima edizione: maggio 2019

Prezzo: 16,90€

 

 

 

 

Tags: Comunicazione