<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

Giornata Internazionale dell'Aria Pulita per Cieli Azzurri: cosa sappiamo sulla qualità dell’aria

Giornata Internazionale dellAria Pulita per Cieli Azzurri cosa sappiamo sulla qualità dell’aria

Nel 2019, l’ONU ha istituito per il 7 settembre la Giornata Internazionale dell'Aria Pulita per Cieli Azzurri: ecco i dati più recenti sulla qualità dell’aria nel mondo.

Con una risoluzione del 2019, l’ONU ha istituito per il 7 settembre la Giornata Internazionale dell’Aria Pulita per Cieli Azzurri”. Questa ricorrenza nasce per sensibilizzare l’opinione pubblica al tema della qualità dell’aria e promuovere un piano di sviluppo efficace per ridurre l’inquinamento atmosferico. Secondo i dati pubblicati su OurWorldInData, l'inquinamento atmosferico è uno dei principali fattori di rischio di morte al mondo. Proprio all’inquinamento sono attribuiti milioni di decessi ogni anno in tutto il globo; si stima che l’11,65% delle morti siano legate all’aria inquinata. La più alta incidenza di morti avviene nei Paesi a reddito medio-basso (rischio fino a 100 volte maggiore), con percentuali di rischio drasticamente più alte rispetto ad altri Paesi più abbienti. Anche se a livello globale i tassi di mortalità per inquinamento atmosferico sono diminuiti, l’OMS ricorda che ad oggi il 99% della popolazione mondiale respira aria inquinata.

CTA formazione 2022

 

Le conseguenze dell’inquinamento dell’aria

L’inquinamento dell’aria è provocato da diversi co-fattori, con un’intensità più o meno elevata. Principalmente, le emissioni di sostanze dannose nell’atmosfera sono attribuibili ad attività industriale e a comparti come quello dei trasporti. L’aria inquinata rappresenta una delle principali cause di morte a livello globale. I principali inquinanti atmosferici sono ossidi di azoto, di zolfo e carbonio, oltre a sostanze volatili come idrocarburi aromatici mono e policiclici ed alogenuri. A questi si aggiungono particolato, piombo e altri metalli pesanti. Tali particelle inquinanti sono responsabili sia dei decessi per inquinamento, sia di altri fenomeni come il cambiamento climatico, la perdita di biodiversità e lo sviluppo economico.

LEGGI ANCHE >> “Dove c’è fuoco c’è fumo”: il riscaldamento a legna inquina di più

 

The Air We Share: un segnale per sensibilizzare l’opinione pubblica

La terza Giornata Internazionale dell’Aria Pulita per i Cieli Azzurri è in programma per il 7 settembre 2022. Il tema di quest’anno è "The Air We Share". Questo tema per sottolineare che l’aria inquinata che respiriamo non ha confini: ecco perché sono necessarie azioni collettive e non ascrivibili ai singoli Paesi. Ciò che l’ONU auspica per questa giornata è il perseguimento di una politica di cooperazione internazionale immediata, introducendo un piano strategico per un’attuazione efficiente delle politiche per contrastare l’inquinamento atmosferico. Migliorare l’aria è un processo che coinvolge tutti gli abitanti del Pianeta: per questo gli organizzatori hanno lanciato due hashtag ufficiali per comunicare sul tema e diffondere la sensibilizzazione: #TheAirWeShare e #WorldCleanAirDay.

Scarica la nostra infografica  sull'inquinamento dell'aria in Italia!

Tags: Aria, Ambiente