<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

Fare i conti con l’ambiente: dal 25 al 27 Maggio il festival green a Ravenna e sul web.

Articolo Fare i conti con lambiente

Al termine oggi la quindicesima edizione dell’evento organizzato da Labelab su rifiuti, acqua ed energia. Quattro scuole di alta formazione, eventi gratuiti e circolarità a Ravenna ed online.

Volge al termine oggi a Ravenna la quindicesima edizione di Fare i conti con l’ambiente, il festival formativo ambientale che si è svolto dal 25 al 27 maggio e di cui Nonsoloambiente è media partner.

L’edizione 2022, nuovamente in presenza dopo uno stop dovuto alla situazione pandemica, ha ospitato 4 Scuole di Alta Formazione:

  • la nona edizione della Scuola di Alta Formazione sulla Bonifica dei siti contaminati, volta a formare professionisti nella gestione della sicurezza e del rischio in luoghi che necessitano bonifiche;
  • l’ottava edizione del Corso di Alta Formazione sulla Gestione dei Rifiuti con contributi didattici di docenti universitari e presentazione di case history presentati da esperti della materia.
  • La Scuola di Alta Formazione sulla Gestione dei Sistemi Idrici giunta quest’anno alla sua sesta edizione
  • la Scuola sulla Gestione dei Servizi Pubblici Locali che ha discusso di regolazione delle Società a partecipazione pubblica, con una Lectio Magistralis dell’Avv. Emilia Giulia Di Fava sulle nuove opportunità di sviluppo per Società miste e per Società in house.

Il festival, che da anni ormai rappresenta una opportunità di incontro ed informazione su temi di tecnologia e processi industriali, si è affermato stabilmente come momento di discussione di best practices e di focus tematici in partnership con enti, aziende, università, istituti di ricerca, mass media e realtà del non profit. Oltre a Workshop e Conferenze, Fare i conti con l’ambiente è caratterizzato dai Labmeeting, ossia momenti formativi gratuiti, sulle orme della tradizione “open content” del festival, dove ogni interessato alle tematiche ambientali ha partecipato liberamente a lezioni e dibattiti su temi legati ad ambiente ed attualità.

Numerosi quest’anno i contributi divulgativi, visibili on line e appositamente prodotti dai partner, pensati comemomenti formativi permanenti” per parlare di economia circolare, startup, sviluppo sostenibile, end of waste, trattamento acque, normative ambientali, rifiuti da costruzione e demolizione, edilizia sostenibile, fotovoltaico, compostaggio, rifiuti urbani, responsabilità e management. Tanti anche i momenti di approfondimento culturale, con due mostre artistiche a tema ambientale: “Emergenze Creative”, che ha ospitato le opere di videoarte di alcuni noti artisti che si sono cimentati con le tematiche ambientali, ed una mostra di pezzi unici di art-design creati con materiali di recupero. Labelab, che organizza l’evento, ha voluto rimarcare il suo valore formativo dando il via al Progetto G100 – Formazione senza barriere, che fornirà una formazione sulle tematiche della gestione ambientale e dei servizi a 100 giovani neolaureati nei prossimi cinque anni.

Proseguiamo il percorso anticipatore avviato 15 anni fa, - hanno commentato Giovanni Montresori e Mario Sunseri, Direttori dell’evento - per contribuire alla costruzione della conoscenza e del capitale umano per cogliere tutte le attuali opportunità della transizione ecologica e dell’economia circolare attraverso un nuovo approccio alla formazione e allo sviluppo che coinvolga in maniera sinergica più soggetti: istituzioni, imprese, mondo scientifico e professionisti.”

Tags: Ambiente, Energia