<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

Expofacile.it, Milano più accessibile per Expo e per il futuro

 

Expofacile.it, Milano più accessibile per Expo e per il futuro

Il portale Expofacile.it è pensato per aiutare le persone con disabilità a muoversi in autonomia. Un primo passo verso una maggior accessibilità della città dell'Esposizione Universale.

E' online il portale Expofacile.it, un progetto frutto di un impegno condiviso tra Regione Lombardia, Comune di Milano e Fondazione Unicredit, e realizzato concretamente grazie alle competenze delle principali federazioni lombarde – Ats LEDHA (Lega per i Diritti delle Persone con Disabilità) e Ats UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) – che riuniscono persone con disabilità.

L'iniziativa è stata presentata in occasione del convegno "Diritti delle persone con disabilità. A che punto siamo. Interventi, scelte, politiche." durante il IV Forum delle Politiche Sociali, svoltosi a Milano dal 27 febbraio al 7 marzo.

Expofacile è la risposta ad una delle sfide più stimolanti in vista di Expo 2015: rendere Milano città accessibile. Un progetto sicuramente difficile, trattandosi di una grande metropoli, ma non impossibile.
L'obiettivo è offrire ai turisti con disabilità e bisogni specifici le informazioni necessarie per muoversi in sicurezza ed autonomia.
La strada dell'accessibilità totale è ancora lunga e tortuosa, e le buche non mancano, come dimostrano alcune inchieste, tra cui quella di Wired.it, in merito alle difficoltà cui deve far fronte un ipotetico turista disabile in visita a Milano. La consapevolezza di dover fare qualcosa a riguardo c'è, ed è innegabile che progetti come Expofacile stiano contribuendo a spianare la via.

"Milano sconta un ritardo ventennale nelle politiche e negli interventi in tema di disabilità. È innanzitutto una rivoluzione culturale che stiamo portando avanti nella nostra città insieme alle associazioni, alle persone con disabilità e alle loro famiglie" ha spiegato Pierfrancesco Majorino, assessore comunale alle Politiche sociali e Cultura della Salute.
Una rivoluzione che punta ad andare oltre Expo, con l'obiettivo di "costruire percorsi informativi e di accessibilità che restino - spiega Giovanni Daverio, direttore generale Famiglia e solidarietà sociale di Regione Lombardia -. Ora l'invito è alle persone con disabilità: navigate il sito e dateci suggerimenti".

Vuoi conoscere i più recenti progetti corporate di mobilità sostenibile rivolti  ai dipendenti? Scarica l'ebook gratuito!

Ad oggi, infatti, il sito contiene le schede informative sull'accessibilità di un'ottantina di ristoranti e strutture alberghiere. Un database che verrà progressivamente ampliato fino al 1° maggio, arrivando a contare 300 schede in totale, comprendenti anche musei, chiese, cinema e teatri.
Le associazioni aderenti al progetto hanno raccolto tali informazioni grazie al lavoro di operatori qualificati che hanno utilizzato V4A Inside, metodologia riconosciuta a livello internazionale e certificata Village for All, la rete che conferisce il marchio di qualità internazionale dell'ospitalità accessibile.

Tra i punti di forza del portale vi è la possibilità di avvalersi anche di un servizio back office, che permette a chi non trova sul sito le informazioni di cui ha bisogno di scrivere direttamente a Expofacile (info@expofacile.it) per avere una risposta personalizzata.

Un occhio di riguardo, inoltre, per la mobilità, attraverso la mappatura dell'accessibilità dei mezzi di trasporto e la definizione di nove itinerari turistico-culturali – elaborati dalla "Task force" anti-barriere del Comune di Milano – che offriranno ai visitatori con disabilità la possibilità di apprezzare ugualmente la città, casa di Expo 2015.
Lungo questi itinerari, infatti, sono stati realizzati e sono tutt'ora in corso interventi finalizzati a risolvere i problemi più urgenti e migliorarne così l'accessibilità.
L'obiettivo è far sì che Milano diventi "una città per tutti – ha detto l'assessore alla Mobilità e Ambiente Pierfrancesco Maranin questo senso stiamo lavorando per facilitare ulteriormente l'accesso a bus e metropolitane e stiamo realizzando zone 30 in grado di garantire la tutela delle utenze deboli. Anche il tema dei pass auto è importante. Abbiamo introdotto la possibilità di effettuare il cambio targa temporaneo comodamente dal sito. Sono solo alcuni passi, ma penso che siamo nella direzione giusta".

Sul portale Expofacile, per ogni itinerario, sono disponibili informazioni e suggerimenti sull'accessibilità dei percorsi pedonali, nonché la possibilità di cliccare sul nome di diversi punti d'interesse (teatri, chiese e musei) per consultare schede di dettaglio sulle caratteristiche di accessibilità di ogni struttura.

Il sogno di una Milano più accessibile, dunque, sembra stia prendendo forma. Una forma solida, che rivolge il suo sguardo non solo ad Expo, ma anche al futuro, come dichiara Gabriele Favagrossa, coordinatore di Expofacile.it: "Expofacile.it vuole essere un laboratorio, un sito a disposizione della città da arricchire sempre più con nuove informazioni e segnalazioni. Un patrimonio di accessibilità che, a conclusione di Expo, resterà a disposizione di tutti i cittadini".

Scarica l’ebook gratuito:  Mobilità sostenibile, opportunità e vantaggi per le aziende

Tags: mobilità sostenibile