<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

Gli Appalti Verdi dopo il decreto correttivo n°56/2017

Il decreto correttivo n.56/2017, che stabilisce l’obbligatorietà dell’adozione dei Criteri Ambientali Minimi per gli acquisti della Pubblica Amministrazione, pone l’Italia tra i Paesi più attenti allo sviluppo sostenibile e ambientale. Il Format del 18 settembre a Milano, organizzato da Metropolitana Milanese, MMacademy e con il supporto scientifico di Nonsoloambiente, intende creare un momento di confronto con un parterre di relatori istituzionali e associativi per incoraggiare un dialogo, in cui le varie voci possano contribuire attivamente alla condivisione delle idee. Il dibattito pubblico che desideriamo realizzare ha tra le finalità la creazione di una coscienza sostenibile anche nella Pubblica Amministrazione, con la speranza che i criteri di sostenibilità, etica e trasparenza diventino sempre più elementi imprescindibili.

La presentazione di Massimo Mauri, esperto di Appalti Verdi e Ambiente, co-autore de "Il manuale degli appalti verdi"

 

Tags: appalti pubblici, decreto legislativo, appalti verti, public procurement

You may also like...