<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

Italia tra le eccellenze d'Europa per il recupero e il riciclo delle lampadine usate

3dcbd8056f504532259e733a4b9e2ae3

Con oltre 1.905 tonnellate di lampadine raccolte sul territorio italiano nel corso del 2013, il Paese si conferma tra i più efficienti in materia di raccolta di fonti energetiche esauste.Con oltre 1.905 tonnellate di lampadine raccolte sul territorio italiano nel corso del 2013, il Paese si conferma tra i più efficienti in materia di raccolta di fonti energetiche esauste.In tema di rifiuti, l'Italia continua a dare segnali di impegno concreto e a mostrarsi virtuosa su più fronti agli occhi dell'Europa. Dopo essere stata d'esempio per la normativa, in seguito recepita anche a livello europeo, sull'uso di shopper biodegradabili, il nostro Paese colleziona un altro importante risultato: rientra tra i primi cinque Stati virtuosi per il riciclo delle lampadine usate. Se, per quanto riguarda il settore dei RAEE, occorre fare ancora dei passi avanti, i dati sono incoraggianti nell'ambito più specifico del riciclo delle lampadine esauste: l'Italia si posiziona quinta, dopo Germania, Francia, Inghilterra e Spagna.

Quanto gli italiani sono preparati sulla raccolta differenziata? Scopri i risultati del sondaggio 2019 con focus sulla plastica!

Questa tendenza è destinata a mantenere un andamento positivo grazie al recepimento della normativa internazionale per il ritiro uno contro zero: tale norma impone ai punti vendita di grandi dimensioni di ritirare i piccoli RAEE, come le lampadine usate, anche nel caso in cui il ritiro non si leghi ad un nuovo acquisto. Le lampadine possono, inoltre, venire portate direttamente presso le isole ecologiche locali per lo smaltimento. La notizia del buon traguardo italiano è stata diffusa direttamente dal Ministro dell'Ambiente Gianluca Galletti, in occasione della recente giornata d'informazione e sensibilizzazione “Illumina il riciclo” organizzata da Ecolamp e Legambiente. Secondo i più recenti dati Ecolamp (consorzio che si occupa della raccolta e del trattamento delle sorgenti luminose esauste), in Italia il volume delle lampadine esauste immesse nella filiera del riciclo nel 2013 ha subito una crescita del 16% rispetto all'anno precedente, con oltre 1.905 tonnellate di lampadine recuperate su tutto il territorio nazionale. I dati raccolti hanno permesso, inoltre, di delineare un quadro delle Regioni più virtuose, mettendo in luce la maggiore efficienza delle aree del nord.

In vetta alla classifica, infatti, troviamo la Lombardia (0,063 Kg pro-capite), nella quale i dati di raccolta superano quelli di ogni altra Regione, sia in termini assoluti sia in termini di rifiuti pro capite. Trentino Alto Adige, Liguria, Veneto e Piemonte ricoprono i gradini successivi della classifica del recupero di lampadine pro capite, mentre Lombardia, Veneto e Piemonte da soli hanno contribuito alla raccolta per il 54% del totale. Il risultato è importante, soprattutto se si considera l'elevata percentuale di materiali recuperati: come evidenziato da Ecolamp, nel caso delle lampadine usate si può arrivare al recupero del 95% dei materiali tra vetro, plastiche e metalli. Non meno importante, la raccolta permette di evitare la dispersione nell'ambiente del mercurio contenuto nelle lampadine.

Scarica l'abstract del sondaggio:  "Gli italiani e la raccolta differenziata"

Tags: Rifiuti