<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

Ecomondo 2015 - Intervista a Furio Fabbri, Presidente di Eco.Energia sul progetto Olly

Furio Fabbri - Nonsoloambiente

Durante Ecomondo-Key Energy-Cooperambiente abbiamo incontrato il Presidente di Eco.Energia Furio Fabbri, che ci ha parlato di Olly, l'innovativo sistema di raccolta e di recupero degli oli alimentari esausti.

Gli oli alimentari esausti possono diventare una pericolosa fonte di inquinamento. Per supportare il corretto smaltimento di questo tipo di rifiuti, è stato recentemente lanciato anche in Italia Olly, un innovativo sistema di raccolta e di recupero degli oli alimentari esausti i provenienza domestica e da utenze produttive (come ad esempio ristoranti e aziende alimentari).

Già utilizzato da alcuni anni in Austria e Germania, nel nostro Paese Olly è gestito in licenza da Eco.Energia.

Quanto gli italiani sono preparati sulla raccolta differenziata? Scopri i risultati del sondaggio 2019 con focus sulla plastica!

I cittadini che vogliono utilizzare questo servizio (completamente gratuito) devono munirsi della Olly card e quindi raccoglie nel bidoncino Olly da 3 litri gli oli e i grassi usati per la frittura, da conserve, rancidi e scaduti. Una volta pieno, il bidoncino va deposita nelle casine Olly, prendendo in cambio un contenitore vuoto.

Per utenze commerciali e produttive sono invece a disposizione i contenitori Olly da 25 litri di capienza. In questo caso, il servizio viene effettuato in base a un programma di raccolta personalizzato per ogni utenza.

Ogni mese una casina Olly recupera più di 2.000 kg di olio; complessivamente, nel corso del 2014 sono stati raccolti oltre 400.000 kg di oli alimentari esausti attraverso questo sistema.

Scarica l'abstract del sondaggio:  "Gli italiani e la raccolta differenziata"

Tags: Rifiuti