<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

Con “Weclean” stop ai rifiuti per strada a La Marsa

weclean - nonsoloambiente

È approdata in Tunisia la nuova app digitale per un ambiente più pulito.

"Weclean" è la nuova applicazione lanciata dal Comune di La Marsa – in Tunisia – per spingere la cittadinanza verso una partecipazione più attiva nella raccolta dei rifiuti urbani.

La nuova piattaforma digitale proposta da Blast - agenzia di comunicazione specializzata in social media - ha lo scopo di segnalare le zone inquinate della Tunisia al fine di raccogliere i rifiuti domestici.

L'utilizzo dell'applicazione è molto semplice: il cittadino si connette alla piattaforma WeClean per segnalare la propria "zona di intervento" - in cui vi sia la necessità di ripulire e intervenire - diventando così un "Wecleaner". L'utilizzatore può quindi scattare foto ai luoghi "sporchi", innescando così interventi di pulizia delle zone inquinate segnalate.

Quanto gli italiani sono preparati sulla raccolta differenziata? Scopri i risultati del sondaggio 2019 con focus sulla plastica!

Le zone di intervento vengono segnalate tramite foto e messaggi su una mappa - indicante il punto esatto da ripulire - grazie ad un sistema di geo-localizzazione; in questo modo – scattato l'allarme rifiuti – tutti gli utilizzatori possono organizzarsi per effettuare un'azione di raccolta e risanamento della zona segnalata. Infine - ad azione ultimata - è anche possibile condividere le foto dell'area ripulita con lo scopo di avviare un circolo virtuoso.

L'idea principale – secondo Selim Halioui, rappresentante di Blast - è quella di responsabilizzare il cittadino e i risultati già si vedono: alla fine del primo giorno di attività dell'app si sono registrati oltre 1000 iscritti.

Weclean beneficia del sostegno della Cooperazione tedesca in Tunisia Giz attraverso il progetto CoMun Coopération Municipale. Inoltre numerose autorità locali partecipano al progetto attraverso il consorzio WAMA-Net (Waste Management Network) - specializzato nella gestione comunale dei rifiuti solidi urbani – con l'obiettivo di fornire un sostegno concreto e logistico all'azione.

Uno dei problemi maggiori delle amministrazioni tunisine è proprio quello inerente la raccolta efficiente dei rifiuti urbani. La situazione è ormai insostenibile e lo strumento è stato creato per aiutare l'amministrazione comunale che, come molte altre città tunisine, non ha denaro a sufficienza per ripulire le strade dalla spazzatura. Solo il 72% della raccolta è infatti finanziato dallo Stato, per il resto i Comuni sono costretti a fare appello alla buona volontà dei cittadini.

Weclean è solo il primo passo verso una gestione sostenibile dei rifiuti, ma potrebbe anche capovolgere completamente la situazione presente nelle cittadine tunisine.

Scarica l'abstract del sondaggio:  "Gli italiani e la raccolta differenziata"

Tags: Ambiente, Rifiuti