<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

Comieco, 7 milioni per migliorare la raccolta differenziata al Sud

Comieco

Il Consorzio, in collaborazione con Conai, ha presentato il Piano Sud: finanziamenti in otto Regioni per migliorare le percentuali di riciclo di carta e cartone e raggiungere risultati in linea con il resto d'Italia.

Nel 2014, il Consorzio Comieco riportava buone notizie in termini di riciclo di carta e cartone: all'interno del XIX Rapporto Annuale l'Italia si rivelava virtuosa rispetto al resto d'Europa, con il recupero di 9 imballaggi su 10. Tuttavia, la perfezione è ancora lontana e, in particolare, a distanza di un anno ci troviamo ancora a fare i conti con un Paese che viaggia a distinte velocità.

Lo scorso anno, il XIX Rapporto sulla raccolta differenziata di carta e cartone ha rivelato per la prima volta un superamento della raccolta differenziata di carta e cartone da parte delle regioni del Centro rispetto al Nord Italia: per il Sud Italia, invece, resta difficile mantenere il passo. Il documento attestava un riciclo pro capite medio di 61,5 Kg/ab al Centro, contro la media di 59,1 Kg/ab del Nord. Numeri molto distanti da quelli che interessavano il Sud: la media procapite era di appena 27 Kg/ab, seppur in crescita rispetto all'anno precedente. (+4,8%).

 

Quanto gli italiani sono preparati sulla raccolta differenziata? Scopri i risultati del sondaggio 2019 con focus sulla plastica!

 

E' proprio per arginare tali disparità che il Consorzio Comieco ha annunciato lo stanziamento di 7 milioni di euro per incentivare la raccolta differenziata di Carta e Cartone nel Mezzogiorno. Il Piano per l'Italia del Sud è stato realizzato d'intesa con il Consorzio Conai e con il patrocinio del Ministero dell'Ambiente. Sono otto le Regioni coinvolte, per una popolazione totale pari a un terzo di quella italiana: Abruzzo, Puglia, Campania, Calabria, Basilicata, Molise, Sicilia e Sardegna).

In totale, i Comuni interessati dal Piano Sud sono 70; tra questi, otto vedranno l'intervento diretto dei consorzi per l'acquisto di nuove attrezzature e nuovi automezzi e per la realizzazione di campagne di comunicazione volte alla sensibilizzazione nei confronti della corretta separazione dei rifiuti in carta e cartone: si tratta di Pescara, Foggia, Bari, Napoli, Caserta, Palermo, Messina, Siracusa, Sassari, Sciacca e Catania.

Gli obiettivi del Piano Sud sono stati definiti sulla base di uno studio commissionato da Comieco a Thesis Ambiente, il quale ha rilevato le quantità di rifiuti di celluloide facilmente intercettabili: si stima un miglioramento del 14%, pari a 700mila tonnellate, attualmente destinate alla raccolta indifferenziata.

Quest'anno, monitorare i risultati di questa e simili operazioni sarà particolarmente facile: è online il Catasto dei Rifiuti Ispra, il quale permette di conoscere i risultati della raccolta differenziata dei singoli Comuni italiani, suddividendo per frazione merceologica. Attraverso il portale, dunque, sarà possibile monitorare eventuali miglioramenti nelle aree interessate dal Piano Sud e poterne verificare l'effettiva efficacia. Il Catasto dei Rifiuti Urbani potrà dunque rivelarsi uno degli strumenti più importanti a sostegno delle politiche di incentivazione della raccolta differenziata, individuando le aree soggette a maggiori progressi.

 

Scarica l'abstract del sondaggio:  "Gli italiani e la raccolta differenziata"

Tags: Rifiuti