<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

Cariche&Poltrone #26

cariche e poltrone template 2021

Nella rubrica a cadenza settimanale “Cariche&Poltrone”, informiamo i lettori riguardo a nuovi incarichi in ambito ambientale, di sostenibilità e CSR su scala nazionale ed internazionale. La rubrica viene realizzata su base settimanale, pubblicata nella giornata di venerdì. E’ possibile ottenere la pubblicazione inviando una breve di massimo 1500 battute a redazione@nonsoloambiente.it.

Renolit Alkorplan Roofing Products

Renaat Demeulemeester è il nuovo General Manager di Renolit Alkorplan Roofing Products
Renaat Demeulemeester è stato nominato nuovo general manager di RENOLIT ALKORPLAN Roofing Products, azienda situata a Sant Celoni, a nord di Barcellona, e specializzata nella produzione di membrane destinate all’impermeabilizzazione di tetti e coperture. L’incarico di Renaat Demeulemeester, che ha una lunga esperienza all’interno della società, partirà dal 1° gennaio 2021 inserendosi nel quadro di un’evoluzione aziendale, caratterizzata da una sempre maggiore focalizzazione verso il mercato europeo. Demeulemeester è un manager di caratura internazionale con esperienza e profonda conoscenza di prodotti e tecnologie del mondo roofing avendo ricoperto negli anni diversi ruoli all’interno del settore. Un percorso in costante ascesa quello di Renaat Demeulemeester che ha visto tutta la sua carriera crescere all’interno di RENOLIT in tutte le diverse fasi di cambiamento della stessa azienda: prima International Logistics Project Manager in Solvay, poi Sales & Marketing Manager in Alkor Draka, fino ad essere negli ultimi anni Presidente di American RENOLIT Corporation nella sede di La Porte. Nel 2007 ha anche contribuito alla promozione dello sviluppo di RENOLIT ALKORBRIGHT, il sistema per tetti cool roof che detiene il valore di SRI (Solar Reflectance Index) più elevato sul mercato.

Commissione Via

Massimiliano Atelli è il nuovo Presidente della Commissione Via
Massimiliano Atelli è stato nominato nuovo presidente della Commissione Via, in seno al ministero dell’Ambiente. Insediatasi ufficialmente lo scorso maggio, con l’obiettivo di esprimere la valutazione ambientale su grandi progetti, impianti e infrastrutture e composta da un pool di 40 esperti, la Commissione assumerà piano piano un ruolo sempre più centrale in vista dell’arrivo dei primi fondi del Recovery Fund che andranno a finanziare quei progetti su cui non potrà mancare una valutazione ambientale. Atelli, magistrato in forza alla Corte dei Conti di Aosta e grande esperto di diritto ambientale, di amministrazione pubblica e di giustizia contabile, ha avuto l’incarico di capo dell’ufficio legislativo al ministero dell’Ambiente dal maggio 2008 all’aprile 2013 e quello di promotore di iniziative di tutela dei beni naturali come il Comitato per lo sviluppo del verde pubblico.

Alia Servizi Ambientali Spa

Nicola Ciolini è il nuovo Presidente di Alia Servizi Ambientali Spa
Nicola Ciolini è stato nominato nuovo presidente, da dicembre 2020, di Alia Servizi Ambientali SpA, società che gestisce i servizi ambientali della Toscana centrale. Nicola Ciolini, 47 anni, montemurlese, ex consigliere regionale Pd. Ciolini ha avviato immediatamente i lavori del nuovo cda. Punti fondamentali restano la programmazione per l’impiantistica sul corretto ciclo dei rifiuti e l’economia circolare, tema sul quale il nuovo presidente di Alia punta con misure realistiche.

Claudio Toni è il nuovo Vicepresidente di Alia Servizi Ambientali Spa
Claudio Toni è stato nominato, da dicembre 2020, vicepresidente di Alia Servizi Ambientali SpA, società che gestisce i servizi ambientali della Toscana centrale. Claudio Toni, ex sindaco del Comune di Fucecchio, entra a far parte del nuovo CdA della società insieme a Francesca Vignolini, Vanessa De Feo e Alberto Irace, espressione del Comune di Firenze.

Allianz

Line Hestvik è il nuovo Chief Sustainability Officer di Allianz
Line Hestvik è stato nominato, a partire dal 1° gennaio, capo della Global sustainability nella nuova posizione di chief sustainability officer (cso) di Allianz in tutti i mercati, con l’obiettivo di riduzione delle emissioni di gas a effetto serra associate al portafoglio d'investimento per il raggiungimento della neutralità climatica entro il 2050. Entro il 2025, il gruppo vuole ridurre del 25% rispetto al 2019 le emissioni "di determinate tipologie di investimento"; inoltre nella selezione di azioni e obbligazioni societarie, sarà analizzata anche la compatibilità con l'obiettivo di limitazione del riscaldamento globale a 1,5 gradi, come da Accordo sul clima di Parigi. Sempre entro il 2025, anche tutti gli investimenti immobiliari dovranno essere compatibili in termini di emissioni con l'obiettivo. Allianz informerà ogni anno gli stakeholder sui progressi fatti nel raggiungimento degli obiettivi dichiarati.

Scarica l'ebook gratuito: Come rendicontare la sostenibilità d'impresa!

Tags: CSR & imprese