Underwater Photographer of the year: i vincitori 2018

5.000 scatti pervenuti, 11 categorie: anche quest’anno il concorso fotografico dedicato alle bellezze subacquee ha decretato i suoi vincitori.

L’Underwater Photographer of the year (UPY) è uno dei concorsi fotografici più spettacolari che racconta le bellezze nascoste dei fondali marini.

Nato nel Regno Unito nel 1965, il concorso avvicina ogni anno neofiti ed appassionati al mondo della fotografia naturalistica, con particolare riferimento a quel mondo sommerso pieno di vita e colori sgargianti.

La competizione prevede 8 categorie internazionali, oltre a tre sezioni dedicate esclusivamente alle acque britanniche. Questa edizione ha visto arrivare più di 5000 foto da ben 63 Paesi diversi. Chi sono i vincitori? Scopriamolo subito.

Tobias Friedrich, il vincitore assoluto

Il vincitore assoluto dell’UPY e della categoria “Relitti” è il fotografo tedesco Tobias Friedrich, con il suo scatto “Cycle war”. La foto ritrae un relitto della Seconda Guerra Mondiale nei fondali del Mar Rosso, accerchiato da banchi di pesce.

“Per alcuni anni - racconta Friedrich - avevo avuto questa immagine in mente, mentre le moto su questo camion all'interno del Thistlegorm giacciono così perfettamente insieme, ma si riesce a malapena a catturarlo perché il muro è molto vicino e non si può andare indietro abbastanza per catturare l’intero scenario. Di conseguenza ho dovuto creare un'immagine panoramica della stessa scena per catturare l'intero ponte merci, comprese alcune luci che danno all'immagine una maggiore profondità.”

I vincitori delle categorie internazionali

Vediamo ora i vincitori delle categorie internazionali dell’Underwater Photographer of the year e vediamo quali sono le storie legate agli scatti che hanno trionfato in questa edizione.

Grandangolo

Per la categoria “Grandangolo” trionfa lo scatto di Greg Lecoeur (Francia), chiamato “Humpback whale spy hopping”.

Lo scatto ritrae una balena nelle acque di Tonga. “Ogni anno - racconta Lecoeur - vado a Tonga per guidare un piccolo gruppo di amanti della natura a fotografare balene megattere. Tonga offre probabilmente la migliore opportunità di interagire con le balene nell'acqua blu. Quest'anno è stato molto speciale, con i miei amici abbiamo vissuto i migliori momenti nella mia vita di fotografo subacqueo: balene molto curiose e giocose sono venute a spiarci davanti alle nostre maschere.Sebbene abbia pesato diverse decine di tonnellate, questo mammifero ha mostrato un'incredibile agilità e potenza nel mantenersi verticalmente nell'acqua”.

Macro

“Seahorse Density” è lo scatto che ha vinto per la categoria “Macro”.

Shane Gross, autore di questa foto davvero spettacolare, racconta: “Ero in campeggio sulla riva e avevo tutta la notte per scattare con l'idea di retroilluminare un singolo cavalluccio marino. Trovarne tre insieme era un vero dono. Sono stato molto attento a non disturbarli perché quando ne hanno abbastanza, nuotano via. Ho avuto il mio stroboscopio e una torcia subacquea su un piccolo treppiedi che ho posizionato dietro e sotto il trio. Poi ho aspettato che tutti si girassero in modo da poter vedere la loro silhouette”.

Comportamento

A trionfare in questa categoria è Filippo Borghi, con il suo scatto “The Fisherman”.

La foto è stata scattata a Izu, nei pressi di Tokyo. “In inverno - racconta Borghi - il cormorano asiatico si ferma per un paio di mesi prima di trasferirsi in Cina. Questo è il momento migliore per provare a immortalare questo incredibile uccello marino durante le immersioni e la pesca. Ero in questa zona e ho trascorso due giorni in acque molto basse da 5m a 8m in attesa del momento giusto per avere queste foto”.

 

Vuoi sapere come comunicare le iniziative di sostenibilità ambientale della tua  azienda?Scarica gratuitamente il nostro ebook!

 

Ritratto

Il soggetto dello scatto vincitore della categoria “Ritratto” è uno squalo tigre, immortalato da Tanya Houppermans.

Sulla sua foto, l’autrice racconta: “Mentre nuotavo lentamente fino al centro dell'esca, alzai gli occhi e notai una tigre di sabbia a pochi metri sopra di me. Ho nuotato sulla mia schiena sotto di lei, cercando di non spaventarla. Mentre mi muovevo con lo squalo attraverso l'acqua, i pesci da esca si aprirono, dandomi una chiara visione della parte inferiore di questo bellissimo squalo, e anche una delle esperienze più incredibili che abbia mai avuto come fotografo subacqueo”.

Bianco e nero

Per la categoria “Bianco e nero” il vincitore è Borut Furlan, con l’immagine di uno splendido esemplare di coccodrillo.

Alex Mustard, membro della giuria, ha detto dello scatto: “I coccodrilli sono soggetti popolari, le loro mascelle sono sia accattivanti che grafiche. L'immagine di Borut si adatta perfettamente al bianco e al nero, con i riflessi sinuosi sulla superficie dell'acqua in inchiostro”.

Compatto

“Dancing with the giants”: ecco lo scatto che ha trionfato per la categoria “Compatto”.

La foto di Simone Matucci vuole lanciare un messaggio molto importante.
Ecco cosa racconta a proposito dell’immagine, durante un soggiorno a Tonga con sua moglie: “Queste due megattere adulte hanno avuto un tale legame con noi nell'acqua, stavano letteralmente "ballando"... è stata la cosa più selvaggia e incredibile che abbia mai visto in tutta la mia vita. Le megattere sono una specie così magnifica e hanno bisogno della nostra protezione. L'intero oceano ha bisogno del nostro aiuto. Ora è il momento più che mai, prima che sia troppo tardi .. prima di perdere tutto. Spero che la mia fotografia faccia emergere l'amore per l’oceano in tutti noi e aiuti a diffondere la consapevolezza per aiutare a salvarlo”.

Up & Coming

Per la categoria “Up & Coming” la foto vincitrice è quella di Man BD, che ritrae una splendida murena.

La particolarità dello scatto e dell’inquadratura ha sorpreso molto uno dei giudici: “La bocca e la testa della murena occupano più del 50% della cornice dell'immagine che è completamente fuori fuoco, ma il risultato è una superba dimostrazione di sfocatura che non avrei mai creduto avrebbe funzionato contro i tre nudi in primo piano”.

Scopri come far parte dell'Annuario della Sostenibilità!

 

Tags: Biodiversità