<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=688850&amp;fmt=gif">

Dieci regole per un Natale che rispetta l’ambiente

dieci-regole-per-un-natale-che-rispetta-lambiente-nonsoloambiente

L'associazione ambientalista Greenpeace ha proposto un decalogo "green" per far sì che il Natale di quest'anno sia "amico dell'ambiente".

Il periodo natalizio, si sa, è caratterizzato dall'eccesso dei consumi: più cibo, più luci, più acquisti, più traffico per la corsa ai regali.

E' per questo che Greenpeace ha stilato un decalogo per far sì che il Natale 2014 sia all'insegna del risparmio e del rispetto dell'ambiente.

Vediamo una per una le dieci regole per un Natale "amico dell'ambiente".

Cosa pensano gli italiani della sostenibilità? Scoprilo con l'ultimo  Osservatorio sulla sostenibilità!

  1. Le nostre case e le strade, durante il periodo delle feste, sono ricche di luci e luminarie di vari tipi e dimensioni. Per ridurre i consumi di energia elettrica, Greenpeace suggerisce di adottare luci a basso consumo, prediligendo quelle al LED, che consentono un risparmio dal 50 all' 80%, e lampade fluorescenti compatte (classe A+ oppure A+ +). Se volete ridurre drasticamente i consumi energetici, potete sempre ricorrere alle candele, perfettamente adatte a creare l'atmosfera natalizia.
  2. Attenzione alle piante che acquistate: è stato appurato, infatti, che circa l'80% delle classiche stelle natalizie sono state trattate con pesticidi e sostanze nocive pericolose e illegali nel nostro continente.
  3. La sostenibilità alimentare, anche in vista di Expo 2015, è un tema estremamente attuale: per questo Natale scegliete cibi e ingredienti di produzione locale e biologica, non trattati con prodotti chimici e che non presentano OGM.
  4. Per il cenone della vigilia e il pranzo del 25 apparecchiate e addobbate le vostre tavole con tovagliati in stoffa e stoviglie in ceramica, evitando piatti e bicchieri usa e getta e lo spreco di carta e plastica. Se avete in mente di preparare un menu a base di pesce, optate per varietà di pesce di produzione italiana ed evitate prodotti in scatola: il tonno delle scatolette, infatti, è spesso di scarsa qualità, e viene pescato con metodi poco sostenibili.
  5. Il Natale con la neve è sicuramente più magico, ma se la neve non scende giù naturalmente, occhio all'uso della neve artificiale, perché inquina il terreno, riduce le risorse idriche e la biodiversità. Se proprio non rinunciate alla neve, andate in alta quota e praticate sport a basso impatto, come lo sci da fondo e le racchette da neve.
  6. Per andare ad acquistare i regali di Natale, evitate di spostarvi ricorrendo all'automobile: oltre a rischiare di imbottigliarvi nel traffico, contribuireste ad incrementare l'inquinamento acustico e atmosferico. Muovetevi utilizzando i mezzi pubblici e la bicicletta.
  7. In tempi di crisi economica, riducete il numero dei regali, la maggior parte dei quali sono spesso inutili, evitando imballaggi ingombranti e spreco di carta regalo. Un'idea originale potrebbe essere quella di donare degli oggetti eco-sostenibili.
  8. Per il look di queste feste, scegliete capi in cotone biologico o prodotti da aziende italiane, che non usano sostanze chimiche inquinanti.
  9. Se lavorate in qualche attività commerciale o acquisterete regali in negozi di fiducia, proponete l'utilizzo di rulli di carta riciclata per la stampa degli scontrini.
  10. Infine, a Natale, regala il tuo aiuto a Greenpeace, sostenendo i volontari e gli attivisti che ogni giorno combattono per salvaguardare il pianeta.

Scarica l'eBook: 4 premi per la sostenibilità ambientale

Tags: Studi e ricerche